EUSEBIO DI FRANCESCO

Roma – CSKA Mosca: tutto ciò che c’è da sapere sul match di Champions

Dopo il KO interno con la Spal, la Roma cerca il riscatto immediato in Champions, contro una formazione teoricamente alla sua portata.

Si tratta di un momento delicato per la formazione di Di Francesco, che vuole rilanciarsi ottenendo i tre punti in casa contro il CSKA Mosca. Si tratta di una formazione abbordabile per i giallorossi, ma lo era anche la Spal in casa… Per questo motivo ci dovrà essere massima concentrazione e applicazione totale nella testa dei giocatori che scenderanno in campo.

La terze giornata di Champions League, è di vitale importanza per il cammino europeo della squadra romana. Attualmente, la formazione di Di Francesco, si torva a 3 punti nel girone, appaiata con un Real Madrid in difficoltà. Il CSKA Mosca, da parte sua, si trova contro ogni pronostico al primo posto con 4 punti, ma la Roma deve sfruttare questa opportunità, per dare una bella spallata “indiretta” alla squadra spagnola e metterla addirittura a rischio qualificazione. Tuttavia, non sarà così semplice. La Roma migliore non dovrebbe avere troppi problemi a strappare i tre punti. Ma questa Roma?

EUSEBIO DI FRANCESCO

EUSEBIO DI FRANCESCO (© MARCO IACOBUCCI EPP / SHUTTERSTOCK.COM)

La discontinuità di rendimento non sta portando ad alcun risultato. Di Francesco ha perso molti uomini importanti in estate, che sono stati rimpiazzati da giovani di prospettiva, ma che di fronte alle prime difficoltà e senza le spalle larghe, si sono sciolti come neve al sole. Prima della prossima sosta, l’allenatore romano avrà a sua disposizione 5 gare per rimettere in piedi una squadra uscita piuttosto male sabato scorso, dal confronto interno contro la Spal. Fortuna vuole, che per questo incontro di Champions, Di Francesco ritroverà due uomini chiave, per lo spogliatoio, ma soprattutto per il campo: Kolarov e De Rossi.

Come al solito, la formazione di dovrebbe schierare con il 4-2-3-1. Davanti ad Olsen in porta, i 4 di difesa dovrebbero essere Florenzi, Manolas, Fazio e appunto, il ritrovato Kolarov. Il filtro tra centrocampo e difesa, saranno De Rossi e Nzonzi. Mentre in avanti, alle spalle di uno spento Dzeko (almeno sabato scorso), ci saranno Ünder, Lorenzo Pellegrini ed El Shaarawy, anche se le condizioni del piccolo faraone, saranno da valutare.

Roma (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; De Rossi, Nzonzi;  Ünder, Lorenzo Pellegrini, El Shaarawy; Dzeko

CSKA Mosca (3-4-2-1): Kyrnats; Rodrigo Becao, Magnusson, Nababkin; Mario Fernandes, Oblyakov, Akhmetov, Efremov; Dzagoev, Vlasic; Chalov

Lascia un commento