Pronostici Premier League

Pronostici Premier League: scommesse sulla Premier League – Pronostici e tendenze

La Premier League inglese è considerata il campionato di calcio più veloce, avvincente e impressionante del mondo. Settimana dopo settimana, è possibile vedere incontri sempre più interessanti, tra compagine storiche. Ma i pronostici Premier League sono facili da prevedere? Questo è quello che si chiedono molti scommettitori in erba. Il detto che meglio si adatta al campionato della Gran Bretagna, è che: tutti possono battere tutti (basti pensare alla recente conquista del titolo del piccolo Leicester di Ranieri). Siccome si corre così veloce, quali sono le migliori scommesse da prendere in considerazione? I club inglese hanno sempre un vantaggio determinante quando giocano in casa? Queste e ad altre domande, risponderemo nel corso di questo lungo articolo guida, dove troverai non solo consigli e pronostici sulle scommesse della Premier League, ma anche una breve panoramica del campionato inglese, la sua storia, le origini, la formula e i migliori bookmaker per effettuare pronostici Premier League.

Pronostici Premier League

I nostri suggerimenti per le scommesse in Premier League

Quali sono i consigli migliori per i pronostici Premier League? La risposta è molto semplice. I nostri esperti di calcio inglese, analizzeranno ogni partita della House of Lords inglese. Il nostro team è composto da persone che conoscono il calcio inglese fin nei minimi dettagli. Conosciamo le squadre, i punti di forza di esse in casa e fuori casa, gli speciali sistemi tattici degli allenatori, il carattere dei derby e, naturalmente, sappiamo quando una squadra, ad esempio, a causa del doppio impegno internazionale probabilmente non riuscirà a soddisfare le aspettative in campionato. Tutte queste informazioni sono riassunte dagli esperti della Premier League in un’analisi dettagliata che fornisce le previsioni più accurate possibili.

Stamford Bride – Stadio di Chelsea FC – amirraizat / Shutterstock.com

Allo stesso tempo, i nostri consigli si applicano alle probabilità di scommessa dei bookmaker. Vogliamo farti avere successo. Spesso i consigli sulle scommesse in termini di vittoria, pareggio o sconfitta, sono troppo rischiosi. Per questo motivo, abbiamo incluso tutte le opzioni di scommessa nel processo. Non è raro scommettere sulla doppia chance o sulla partita non giocata. Ovviamente, sono anche possibili goal over/under. Se c’è un favorito molto chiaro, consideriamo le scommesse con handicap e le probabilità a un livello accettabile e redditizio.

A proposito di probabilità: su i pronostici Premier League per partita, ci sarà un confronto dettagliato delle quote. Con i nostri consigli sulle scommesse riceverai sempre le offerte più vantaggiose e migliori dai bookmaker per ogni probabilità di risultato. Certo, devi accedervi da solo.

La storia affascinante del campionato inglese

La Premier League (spesso indicata anche in modo abbreviato con EPL) è il livello più alto del campionato inglese di calcio. Conteso da 20 club, opera su un sistema di promozione e retrocessione con la English Football League (EFL).

La Premier League è un campionato in cui i club membri fungono da azionisti. Le stagioni vanno da agosto a maggio con ogni squadra che gioca 38 partite (giocando a vicenda in casa e fuori). La maggior parte delle partite si svolgono il sabato e la domenica pomeriggio. La Premier League ha ospitato 47 squadre inglesi e due club gallesi sin dal suo inizio, rendendola una lega transnazionale.

La competizione si è formata in FA Premier League il 20 febbraio 1992 in seguito alla decisione dei club della Prima divisione della Football League di staccarsi dalla Football League, fondata nel 1888, e approfittare di un lucroso accordo sui diritti televisivi. L’accordo è valso un miliardo di sterline all’anno sul mercato interno a partire dal 2013-14, con BSkyB e BT Group che si assicuravano i diritti nazionali di trasmettere rispettivamente 116 e 38 partite. Il campionato genera 2,2 miliardi di euro l’anno in diritti televisivi nazionali e internazionali. Nel 2014-15, i team hanno distribuito entrate per 1,6 miliardi di sterline, aumentando a 2,4 miliardi di sterline nel 2016-17.

Come si svolge il campionato inglese

Ci sono 20 club in Premier League. Durante il corso di una stagione (che va da agosto a maggio) ogni club gioca l’uno contro l’altro due volte (un doppio sistema round-robin), una volta nello stadio di casa e una volta in quello degli avversari, per un totale di 38 partite. Le squadre ricevono tre punti per una vittoria e un punto per il pareggio. Nessun punto viene assegnato alle squadre perdenti. Le squadre vengono classificate in base ai punti totali realizzati durante una stagione, per poi seguire la regola della differenza reti e poi i goal segnati. Se due squadre risultano ancora in pareggio, si ritiene che le due squadre occupino la stessa posizione. Se c’è un pareggio per il vincitore del campionato, per la retrocessione o per la qualificazione ad altre competizioni, si decide l’esito in una partita di spareggio in sede neutrale. Le tre squadre che hanno ottenuto meno punti, vengono retrocesse nel campionato di seconda divisione (EFL), mentre le prime due squadre di quest’ultimo, insieme alla vincitrice degli spareggi che coinvolgono i club del campionato dal terzo al sesto posto, vengono promosse in Premier.

Come ci si qualifica per le competizioni europee

A partire dalla stagione 2009-10, la qualificazione alla UEFA Champions League è cambiata, le prime quattro squadre della Premier League si qualificano per la UEFA Champions League, con le prime tre squadre che entrano direttamente nella fase a gironi. In precedenza solo le prime due squadre si qualificavano automaticamente. La quarta squadra entra in Champions League tramite lo spareggio per i non campioni nazionali e deve vincere lo spareggio a eliminazione diretta per entrare nella fase a gironi.

La squadra classificata quinta nella Premier League, si qualifica automaticamente per la UEFA Europa League, e anche la sesta e la settima squadra possono qualificarsi, a seconda dei vincitori delle due gare di coppa nazionale, ad esempio la FA Cup e la Coppa EFL. Due posti di Europa League sono riservati ai vincitori di ciascun torneo; se il vincitore della FA Cup o della EFL Cup si qualifica per la Champions League, allora quel posto andrà al miglior piazzamento nella Premier League.

Chi ha vinto la Premier League negli ultimi 10 anni

Il campionato inglese, attira molti appassionati, anche perché è molto equilibrato e non sempre vince la squadra che ad inizio anno aveva i favori dei pronostici. Ecco perché, nel seguente elenco dei campioni degli ultimi 10 anni, vediamo molte formazioni differenti:manchester citymanchester united

  • 2008/09: Manchester United
  • 2009/10: Chelsea
  • 2010/11: Manchester United
  • 2011/12: Manchester City
  • 2012/13: Manchester United
  • 2013/14: Manchester City
  • 2014/15: Chelsea
  • 2015/16: Leicester City
  • 2016/17: Chelsea
  • 2017/18: Manchester City

Curiosità, approfondimenti e record della Premier League

La Premier League è il campionato sportivo più seguito al mondo, trasmessa in 212 paesi a 643 milioni di case, con un potenziale audience televisivo di 4,7 miliardi di persone. Nella stagione 2014-15, la media di presenze negli stadi di Premier League, superava i 36.000 spettatori, la seconda più elevata per un campionato di calcio professionistico, dietro solo ai 43.500 della Bundesliga. La maggior parte degli stadi, vengono riempiti fino al loro limite capacitivo. La Premier League è al secondo posto nei coefficienti UEFA delle competizioni europee, in base alle prestazioni nelle competizioni UEFA nelle ultime cinque stagioni, a partire dal 2018.

arsenal

Quarantanove club hanno gareggiato sin dalla nascita della Premier League nel 1992. Sei di loro hanno vinto il titolo: Manchester United (13), Chelsea (5), Arsenal (3), Manchester City (3), Blackburn Rovers (1) e Leicester City (1). Dopo la stagione 2003-04, l’Arsenal ha acquisito il soprannome di “Invincibili” quando sono diventati, e rimangono, l’unico club a completare una stagione della Premier League senza perdere una singola partita. Il record di punti in una stagione sola, è 100 e appartiene al Manchester City nella stagione 2017-18.

In questo modo avrai successo puntando sulla Premier League

Il calcio non prospera sulle tensioni e i risultati inaspettati. Sarebbe assurdo dire che i nostri esperti della Premier League hanno ragione su qualsiasi previsione. I suggerimenti li puoi seguire, ma non sei obbligato a farlo. Anche una contro bet può avere ottimi risultati. È importante eseguire un’analisi accurata prima di ogni partita.

Ma siccome ci riteniamo degli esperti della Premier League, possiamo fornirti pronostici come nessun altro al mondo, anche durante la stessa partita, dal vivo.

  1. La media di gol segnati in Premierm League, crolla rispetto ad altri importanti campionati europei, come la Germania, l’Italia e la Spagna. Gli allenatori della House of Lords inglese, hanno trovato un ottimo equilibrio tra fase offensiva e difensiva. Non c’è più una fase dominante.
  2. Il vecchio detto; “Tutti possono battere tutti”, si può ancora applicare alle singole partite, ma nella totalità di un campionato, risulta obsoleto. Le differenze economiche nelle ultime classifiche della Premier League, mostrano chiaramente una società inglese suddivisa su più livelli. Le migliori squadre raramente non arrivano dove era previsto a inizio campionato.
  3. A causa dell’elevato numero di derby, i duelli cittadini sono diventati un luogo comune. Una partita tra Manchester City e Manchester United, per esempio, può essere messa alla pari con un derby in Germania tra Borussia Dortmund e FC Schalke 04.
  4. Tuttavia, è ancora nettamente visibile la forza in casa delle squadre. Nel proprio stadio, quasi tutte le squadre giocano coraggiosamente e in modo aggressivo, spinte dai propri tifosi.

Indipendentemente dai consigli dei nostri esperti di Premier League, dovresti includere i seguenti elementi nella tua analisi delle scommesse:

  • Classifica attuale dei due avversari
  • La curva di forma nelle ultime cinque o sei partite
  • I risultati in casa o in trasferta
  • L’importanza della partita, ad es. per vincere il campionato o per non retrocedere
  • Il confronto testa a testa delle squadre negli ultimi anni
  • Giocatori indisponibili a causa di lesioni o sospensioni
  • Hit rate delle partite più recenti
  • Tasso di realizzazione negli incontri più recenti

Chi analizza questi dettagli, arriva a un’analisi della Premier League relativamente accurata. Idealmente, si stima che il risultato della partita sia una percentuale superiore rispetto al bookmaker. Viceversa, ciò significa ottenere una quota superiore alla media per la tua previsione, letteralmente: una scommessa di valore. In questo caso è richiesto un pronostico per le scommesse della Premier League.

Le probabilità nella House of Lords inglese

Parlando di probabilità di scommessa, le partite di calcio in Inghilterra sono ideali per i bookmaker. Difficilmente un tempo sportivo passa davanti al calcio della Premier League. Ciò significa, al contrario, che i bookmaker possono salire di conseguenza il livello delle quote. Senza una domanda, la Premier League è uno dei punti salienti di ogni offerta di scommesse sportive. I migliori bookmaker online lavorano nella più alta classe del calcio inglese con quote medie del 96 percento. Qui e là va anche molto più in alto. Chiunque metta le sue scommesse di calcio esclusivamente sulla Premier League, può essere sicuro che gioca costantemente su quote di scommessa alte e stabili.

Consiglio: lo scommettitore italiano, dovrebbe sempre prestare attenzione alla schedina delle scommesse. I diversi modelli di calcolo dei bookmaker per l’imposta speciale italiana, influiscono direttamente sul livello delle quote di scommessa.

Quali sono le scommesse migliori per la Premier League?

Le scommesse sulla Premier League sono tante e varie. C’è il classico: vittoria, sconfitta e pareggio, che è la scommessa preferita dalla maggior parte degli utenti. Ma una valida strategia di scommesse, si costruisce su pronostici più laterali e spesso più sicuri.

Premier League Scommesse a William Hill

Aggiornate ogni giorno:

Nella sezione delle scommesse quotidiane, le quote vengono aggiornate ogni giorno e ci sono oltre 200 opzioni a partita. Ecco alcune scommesse tipiche, legate al mercato della Premier League:

  • Doppia chance (combinazione di due esiti probabili). Il tipo di scommessa è offerto in parallelo per le singole squadre.
  • Over/Under. In aggiunta al classico +/- 2.5, c’è la scommessa obiettivo in una varietà di modi (anche per la fine del primo tempo). Normalmente gli obiettivi “Obiettivi sopra/sotto” vengono sommati da entrambe le squadre. Alcuni bookmaker offrono separatamente la versione per ciascuna squadra.
  • Scommesse Handicap. Una squadra entra in gioco con un vantaggio matematico (gli handicap asiatici cercano di portare entrambe le squadre a un livello di egual prestazioni)
  • Risultato accurato. Ci sono quote per i diversi risultati separatamente
  • Suggerimenti per i risultati del primo tempo/classifica finale. La versione di scommessa è offerta in Und (entrambi i risultati) o nella variante Oder (alternativa).
  • Primo gol. Quale squadra segna il primo gol in un incontro?

Quali sono i migliori bookmaker al mondo per scommettere sulla Premier League?

 Tutti i bookmaker del mondo, offrono la possibilità di scommettere sul campionato inglese. Non tutti, ovviamente, offrono le stesse possibilità. Lo scommettitore, dovrebbe sempre scegliere in base alle proprie esigenze, gusti e carattere sportivo, per cui, quella che vedete qui di seguito, è semplicemente un elenco dei migliori bookmaker in Italia per scommettere sulla Premier League inglese, che offrono anche le quote e le promozioni migliori.

 

888sport: 888sport è il sito migliore per gli amanti delle scommesse e in particolare, chi segue la premier League. Oltre alle scommesse sul campionato inglese, 888sport offre la possibilità di scommettere anche sul tennis, il basket e tutti gli sport più seguiti del mondo. 888sport è il luogo ideale per scommettere online. Questo sito offre affidabilità ed esperienza, che hanno maturato nel mondo del betting in tanti anni e fanno di questo provider, il punto di riferimento per tutti gli amanti delle migliori quote sportive, la più ampia offerta di scommesse dal vivo, ricchi bonus ogni giorno e la possibilità di giocare quando, dove e come vuoi, le applicazioni per cellulari (iOS e Android) e un sito progettato idealmente per effettuare scommesse da dispositivi mobili.

 

 

 

 

 

Betfair: Betfair è un bookmaker, ovvero una società di scommesse, che offre tantissimi giochi e servizi per i suoi clienti. Il suo nome, viene spesso associato al Betting Exchane, la Borsa delle scommesse in Italiano. Betfair è il punto di riferimento in tutto il mondo nell’exchange delle scommesse, ecco perché è riuscito a vincere più volte un premio prestigioso come il Queen’s Award for Enterprise. Questo premio, assegnato dal Primo Ministro Inglese, è molto ambito in questo ambito e mette ancora di più l’accento, se mai ce ne fosse bisogno, sul fatto che questo scommettitore inglese, resta il punto di riferimento di tutti gli appassionati di sporto d’oltre manica. Oltre alle scommesse, Betfair offre la possibilità di giocare a tanti altri giochi divertenti e coinvolgenti.

 

 

 

 

 

Better: Better Lottomatica è uno dei bookmaker italiani più famosi sul nostro territorio. Grazie alla possibilità di scommettere online o nelle ricevitorie sotto casa, questo allibratore ha sparso il suo nome in tutto lo stivale. In termini di scommesse, ha legato il suo nome al calcio italiano, ma quello inglese è ben rappresentato. Per iscriverti, basta accedere alla sua pagina principale e cliccare sul pulsante Registrati. In pochi minuti sarai all’interno del sistema e potrai subito iniziare a scommettere.

 

 

 

 

 

Conclusioni: la Premier League e il suo grande equilibrio

Quest’anno ci sono due grandi squadre che lottano per il titolo: Manchester City e Liverpool, ma attenzione al terzo incomodo, quel Chelsea di Maurizio Sarri, che sta già facendo benissimo in campionato. Va a finire, che tra i due litiganti, sia proprio il terzo incomodo a godere. Che sia la volta buona per il “sarrismo” di vincere qualcosa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *