Paulo Dybala

Quale futuro attende Paulo Dybala?

Mentre il rinnovo del contratto di Paulo Dybala rimane sospeso, cerchiamo di guardare ai recenti sviluppi e agli scenari che potrebbero essere in atto per portare la questione a una conclusione.

Aspettative non molto chiare per il 10 juventino

In questi mesi ci sono stati tantissimi rumors, molti dei quali dicevano che Dybala e il suo agente, Jorge Antun, avessero richiesto 15 milioni di euro a stagione, mentre fonti rispettabili sono rimaste in silenzio su questo punto.

Paulo Dybala

Paulo Dybala / Photo: cristiano barni / Stockfoto-Nummer: 1254099091

“Il mio futuro? Amo la Juventus. L’ho sempre detto, non parlo mai ma quando dicono cose non vere mi fanno arrabbiare, dicono queste cose perché mi vogliono rivoltare contro i tifosi”, ha proseguito l’argentino aggressore. Il giorno dopo, il presidente della squadra bianconera Andrea Agnelli è stato interrogato sulle dichiarazioni di Dybala: “Ho sentito con grande piacere l’amore di Dybala per la Juve. Lo vediamo come il prossimo capitano della Juventus, spesso ha la fascia da capitano al braccio. Mi sembra che gli fosse già stato offerto un contratto che lo avrebbe inserito tra i primi 20 giocatori più pagati d’Europa. Il suo amore è ricambiato, sia sentimentalmente che con forte gratitudine. Aspettiamo la sua risposta, ma la cosa più importante è che risponda in campo. Tutte le parti desiderano che finisca tra i primi 5. Al momento non è tra i primi 5 e lo sa “.

Prima della partita dell’Atalanta, il CFO della Juventus Fabio Paratici ha detto che incontrerà “presto” il rappresentante di Dybala. Per ora, però, la posizione della Juventus sembra chiara: l’offerta non migliorerà. La proposta, tuttavia, è stata fatta prima che Dybala fosse proclamato il giocatore più prezioso della Serie A 2019-20 nel luglio 2020 e non ha soddisfatto le aspettative dell’argentino. Questo fa sorgere la domanda: cosa ha fatto esattamente Jorge Antun a Torino per settimane e settimane? Visitando la Mole Antonelliana e il famoso Museo Egizio della città? Qualcosa non torna.

Tutti i possibili scenari

  1. Dybala trasferito gratuitamente

Una soluzione, ovviamente, sarebbe che l’attaccante se ne vada alla scadenza del suo contratto nel giugno 2022. Un divorzio amaro, con Dybala escluso o, peggio ancora, retrocesso fuori dalla rosa gli farebbe perdere un momento chiave in un momento importante della sua carriera. Con una Coppa del Mondo che incombe e molta concorrenza nella squadra nazionale argentina, questo è uno scenario improbabile.

Altrettanto improbabile che alla Juventus vada bene la separazione da una grande risorsa come Dybala per niente. Questo scenario può essere scartato.

  1. Dybala trasferito nel 2021

Forse l’esperienza turistica di Antun a Torino non è stata dovuta all’infelicità di Paulo per l’offerta in termini di remunerazione, ma piuttosto per il suo ruolo nella squadra. Va notato che dall’arrivo di Ronaldo le cose non sono andate bene per l’argentino. Indipendentemente dal fatto che Dybala non sia convinto della retribuzione o del ruolo, potrebbe decidere di partire a gennaio o luglio 2021 e cercare di integrarsi in una nuova squadra, fare colpo e giocare il suo ultimo Mondiale nel 2022 (a 29 anni) da protagonista.

La Juventus, d’altra parte, potrebbe voler spostare Dybala e incassare finché può prima che la situazione diventi più complicata, il che farebbe perdere al giocatore ancora più valore. Di recente sono emerse voci in stile fantasy sulla possibilità che l’ex centrocampista della Juventus Paul Pogba tornasse a Torino, mentre i bianconeri avrebbero sfruttato una rotta commerciale che avrebbe mandato Dybala a Manchester, con Lukaku che nell’estate 2019 sarebbe andata dall’altra parte.

  1. Dybala Rinnova

C’è, ovviamente, uno scenario a lieto fine in una storia spinosa che vedrebbe la Juventus e il giocatore trovare una via di mezzo e prolungare il suo contratto fino al 2024 o 2025, quando Dybala compirà 30 o 31 anni. Questo, ovviamente, non precluderebbe la cessione dell’attaccante prima della scadenza del contratto prolungato, ma comprerebbe alla Juventus una qualche “assicurazione” sul prezzo di Dybala. Quando non si ha potere, ci si prende il tempo. Dybala ora deve aspettare il suo tempo, scavare in profondità ed esibirsi. Solo allora può fare un business case per un’offerta migliore. Lo stesso Agnelli ha detto che la sua ambizione è quella di essere tra i primi 5, ma le sue prestazioni non corrispondono alla sua ambizione di stipendio. Pertanto, Dybala si allontanerà dal tavolo e rimanderà i colloqui fino a quando le sue esibizioni non saranno all’altezza. L’interesse della Juve, invece, è spingere il giocatore a firmare di nuovo per un contatto più lungo con uno stipendio “inferiore” a quello che desidera.