Lazio

La Lazio non ha più tempo da perdere

Lazio

Riccardo De Luca Stockfoto-1627658986

Manuel Lazzari e Luis Alberto hanno giocato un ruolo chiave nella vittoria della Lazio contro la Roma nel Derby della Capitale e in molti ritengono che questa vittoria debba essere una svolta per i biancocelesti.

Il pesante 3-0 rifilato nel Derby

L’italiano e lo spagnolo hanno rubato la scena allo Stadio Olimpico, quando i biancocelesti hanno ottenuto un eccezionale 3-0 sulla loro agguerrita rivale Roma.

È stato un Derby della Capitale diverso da tutti gli altri, in quanto fu il primo in assoluto ad essere disputato di venerdì ea porte chiuse. Questo non significa che non ci fosse passione, dentro e fuori dal campo. Tifosi sia della Lazio che della Roma hanno scortato allo stadio i pullman delle squadre tra canti e fumogeni.

Una volta in campo, però, si aveva la sensazione che si fosse presentata una sola squadra. Dopo soli 14 minuti, l’esterno destro Manuel Lazzari ha rubato palla a Roger Ibanez in area di rigore giallorosso e l’ha piazzata perfettamente per Ciro Immobile che ha aperto le marcature. Nella battaglia altamente carica e tattica delle partite di rivalità, i piccoli dettagli di solito fanno la differenza.

Simone Inzaghi vedeva Ibanez come un anello debole degli avversari da sfruttare per la sua squadra e meno di dieci minuti dopo lo stesso Ibanez ha portato la “squadra di casa” designata a raddoppiare il proprio vantaggio. Questa volta la Lazio ha sfruttato anche l’alta linea difensiva della Roma.

Sergej Milinkovic-Savic ha raccolto la palla al centro del campo, ha alzato lo sguardo e ha visto Lazzari che avanzava correndo sulla destra. Una volta iniziata la volata tra l’ex ala della Spal e Ibanez, era chiaro che poteva esserci un solo vincitore. Il brasiliano forse ha commesso fallo sull’esterno volante in area di rigore, nulla è stato chiamato, ma Lazzari si è rialzato velocemente, individuando Luis Alberto smarcato che ha trovato la rete della porta con un tiro di curling.

La Roma ha protestato perché riteneva che il gol non sarebbe dovuto essere confermato a causa di un fallo di mano di Lazzarri o di un fuorigioco di Felipe Caicedo. Nessuno dei quali è stato ritenuto vero dal VAR. Non sarebbe un Derby di Roma senza polemiche, vero?

Una vittoria che segnerà un punto di svolta nella squadra biancoceleste?

La Roma, attualmente terza in classifica, non ha avuto risposta a nessuna delle domande che si stavano ponendo i suoi rivali storici. Pau Lopez era molto impegnato nella porta della Roma, mentre il suo connazionale Pepe Reina ha avuto una notte inaspettatamente tranquilla tra le mazze della Lazio.

Era solo questione di tempo prima che i biancocelesti tornassero a segno e, inevitabilmente, Lazzarri e Luis Alberto si ritrovassero in gioco. L’ex giocatore della Spal ha attraversato il centrocampo con un balzo, ha passato la palla a Jean-Daniel Akpro che ha messo in condizioni estremamente favoerevoli Luis Alberto. L’ex Liverpool ha capito subito cosa fare, ha guardato in alto e ha pensato di provarci. È stata la decisione giusta, visto che il suo destro è andato a finire sul secondo palo.

Mancavano ancora 25 minuti, ma la Roma era già scoraggiata, spettinata e sconfitta. Edin Dzeko ha avuto un tiro a bruciapelo salvato da Reina che ha festeggiato con il gusto di parare ad uno degli attaccanti più forti. I giallorossi devono ancora vincere una partita contro un diretto avversario di Serie A finora in questa stagione, mentre la Lazio ha avuto un inizio lento, ma questo derby potrebbe rivelarsi una svolta per loro.

Sicuramente deve essere così, perché la squadra di Simone Inzaghi non ha più tempo da perdere se vuole raggiungere un posto in Champions League per la seconda stagione consecutiva. Ironia della sorte, dovranno dimostrare di poter finire tra i primi quattro vincendo contro squadre minori nella seconda parte del campionato di Serie A.