Altra sconfitte per il Napoli

Figuraccia Napoli, perde 5 -0 contro il Liverpool

Dopo il ritiro di Dimaro, il Napoli parte molto male contro il Liverpool, servono al più presto degli innesti sia in attacco che a porta, dato che sono queste le fasi che sono mancate nell’amichevole contro il Liverpool, il primo di tre confronti contro tre squadre di livello europeo.

La prossima sarà contro il Borussia Dortmund e l’ultima contro il Wolfsburg. Si parla del ritorno di Cavani, e che tutto potrà essere sveglato l’8 o il 9 agosto, e sarebbe sicuramente quel che ci vuole, oltre alla trattativa in corso con il team di Ochoa, portiere attualmente senza squadra.

Era scontato che il Liverpool fosse un’altra storia rispetto a Chievo e Carpi, ma così è troppo: il Napoli perde 5-0 con i Reds a Dublino e batoste di questo genere anche in un’amichevole estiva fanno male. Non c’è mai stata storia: la squadra di Klopp è passata al 4’ con una legnata di Milner, ha raddoppiato al 9’ con una capocciata di Wijnaldum e il quarto test stagionale degli azzurri è diventato un calvario.

Liverpool Napoli 5 - 0

FIGURACCIA NAPOLI (© GENNARO DI ROSA / SHUTTERSTOCK.COM)

La banda di Ancelotti ha tenuto decorosamente il campo nella seconda metà del primo tempo, ma nella ripresa, dopo il 3-0 firmato con un pennellata da Salah e viziato da un fallo colossale di Mané su Albiol, il Napoli è crollato. Albiol ha sfiorato l’espulsione per proteste ed è stato sostituito per evitare guai. A stretto giro di posta, i due allenatori hanno piazzato dieci cambi nel giro di un minuto e la girandola ha affossato gli azzurri, colpiti prima da Sturridge, spietato nell’infilare in rete il pallone respinto da Karnezis, poi da Moreno, con uno splendido sinistro.

Il Liverpool, sconfitto 3-1 dal Real Madrid nella finale Champions di Kiev, si è rinforzato in estate, con investimenti pesanti. I Reds hanno speso 200 milioni di euro per arruolare Alisson – al debutto contro il Napoli -, Naby Keita, Fabinho e Shaqiri. E’ la sfidante ufficiale del Manchester City in campionato. E’ vicecampione d’Europa, ha quasi due settimane di lavoro in più nella gambe e il 12 agosto i Reds debutteranno in campionato all’Anfield contro il West Ham, ma al netto di tutte queste considerazioni e con il mercato ancora da completare, incassare cinque reti in un’amichevole internazionale non è una bella cosa per il Napoli. Un brusco richiamo alla realtà: potrebbe servire a tutti. Ancelotti è chiamato a mettere subito le cose a posto.

Lascia un commento