Dele Alli

Dele Alli su come l’Inghilterra ha dovuto affrontare il fantasma dell’Islanda di Euro 2016

Gareth Southgate fa sedere la squadra e mostra loro un video della famigerata sconfitta per 2-1 dell’Inghilterra a Euro 2016. Per molti, è stata la prima volta.

“Vuoi che il pavimento ti mangi”, dice Dele Alli. “Vuoi nasconderti e non uscire dalla tua stanza. Vuoi dimenticartene e chiuderti a chiave. “È un raro momento di vera desolazione in un’intervista di mezz’ora durante la quale l’umore è stato infallibilmente ottimista come l’intera campagna di Coppa del Mondo dell’Inghilterra. Ma prima che partissero per la Russia, l’allenatore Gareth Southgate aveva qualcosa che voleva mostrare ai suoi giocatori. La partita con l’Islanda.

Southgate ha fatto accomodare la squadra e mostrato loro un video della famigerata sconfitta per 2-1 dell’Inghilterra a Euro 2016. Per molti, è stata la prima volta. “Era la prima volta che lo rivivevamo”, dice Dele, e per molti dei suoi compagni di squadra è stato salvifico vedere l’Inghilterra subire una delle sconfitte più ignominiose della sua storia. “Non vuoi mai più riguardarlo, ma sapevamo quanto fosse importante, andando in Coppa del Mondo, che dovessimo tornare indietro per uscire più forte”.

Dele Alli

DELE ALLI (© MARCO IACOBUCCI EPP / SHUTTERSTOCK.COM)

Il messaggio di Southgate era chiaro: non puoi conquistare la tua storia finché non la affronti. I successi del 1966 e del 1990 e del 1996 potrebbero essere ancorati nel passato, ma l’Islanda era molto presente: una piaga persistente che doveva essere chiusa. Southgate ha sottolineato vari momenti del gioco che l’Inghilterra aveva bisogno di imparare da: errori da correggere, mentalità da evitare. E quello è stato. Dal momento in cui l’Inghilterra è salita sull’aereo, sarebbe stata solo una vibrazione positiva.

Quattro settimane dopo, non si sono fermati. L’Inghilterra è sul punto di arrivare a una finale di Coppa del Mondo, e mercoledì sera allo stadio Luzhniki di Mosca, le scene di giubilo che si sono diffuse dalle piazze di Samara ai pub di Plymouth stanno minacciando di riscrivere la tradizione calcistica dell’Inghilterra per sempre. E mentre i giocatori dell’Inghilterra devono chiaramente mantenere un certo focus, e hanno distrutto un totale di zero ambulanze durante le loro celebrazioni, è rassicurante sapere che lo sentono anche loro.

“Sì, lo direi,” risponde Dele quando gli viene chiesto se questo è il momento più eccitante della sua vita. “È strano. Sei nella tua piccola bolla: campo di addestramento, ritorno, preparazione per la prossima partita. Fino a quando non guardi i social media, ti rendi conto di quanto sia grande. Siamo così concentrati sulle partite che dimentichi quello che abbiamo fatto finora. È importante che rimaniamo così, e speriamo di ottenere qualcosa di ancora più speciale: arrivare alla finale e vincerla “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *