Cristiano Ronaldo è della Juventus

Cristiano Ronaldo è della Juventus, ufficiale

Negli ultimi giorni in qualsiasi parte del mondo è tuonata la notizia del trasferimento di Cristiano Ronaldo alla Juventus, un’operazione monumentale che porta prestigio e notorietà al club di Torino dove Ronaldo passa per provare a vincere la Champion’s League con la terza maglia differente

Una sfida senza precedenti che si sposa perfettamente con gli obiettivi della società, che prova da anni a punto a vincere la massima competizione europea senza però riuscire, anche se è arrivata in finale o molto vicina all’ultima partita diverse volte. Forse Ronaldo rappresenterà il punto di svolta, ma non ci è dato saperlo. Sicuramente rimescola le carte sul tavolo e dunque la prossima stagione sarà molto più interessante da seguire.

Il tutto per poco più di 100 milioni di euro e uno stipendio di 30 milioni all’anno per il giocatore. Un accordo che muove grandissime quantità di denaro, ma reinveste in un business determinato che già frutta, dato che la vendita delle magliette è già partite e sicuramente frutterà un sacco al club di Torino. C’è stato infatti un assalto appunto allo store e al sito della società che sono dovuti andare offline per la mole di richieste troppo eccessiva.

Cristiano Ronaldo è della Juventus

UFFICIALE: CR7 ALLA JUVE (© A.RICARDO / SHUTTERSTOCK.COM)

Una corsa e una risposta anche sui social nettissima, dato che dal momento dell’annuncio un sacco di fan del giocatore sono andati sulla pagina Facebook o i profili della società a mettere “Mi Piace” o seguire i canali di comunicazione, il che allarga il pubblico della squadra e chiaramente può contribuire in termini di fatturato.

La presentazione non verrà fatta a porte aperte allo stadio ma in conferenza stampa nella giornata di lunedì perchè non si vogliono rischiare problemi di ordine pubblico. La giornata di Cristiano Ronaldo è vissuta su un viaggio aereo e un comunicato. CR7 come previsto ha lasciato le spiagge di Costa Navarino, in Grecia, ed è tornato in Spagna, nella Madrid che ha controllato fino a poche settimane fa. Colpa del meltemi, vento greco che lo ha obbligato ad annullare la gita in gommone. A quel punto, Ronaldo e famiglia hanno preferito chiudere in anticipo la prima parte delle loro vacanze. In elicottero sono arrivati all’aeroporto di Kalamata e da lì sono volati verso la Spagna. Niente più gazebo, niente più mare greco, niente piscina a Villa Methoni. Non ci resta che attendere e scoprire dove partirà il percorso di Cristiano Ronaldo nella nuova squadra.

Lascia un commento