Coppa del Mondo femminile: Gruppo A

L’estrazione per la fase a gironi della fase finale si è svolta a Parigi l’8 dicembre 2018. Le 24 squadre qualificate sono state suddivise in sei gruppi da quattro, con le squadre divise per fasce in base alle classifiche mondiali di calcio femminile.

Come accade anche per la Coppa del Mondo maschile, nessun gruppo può contenere più di una squadra per ogni confederazione ad eccezione della UEFA, che con nove squadre qualificate può portare in ogni gruppo fino a un massimo di due squadre. Il gruppo A è composto dalla Francia padrona di casa, Norvegia, Sud Corea e Nigeria. Scopriamo la storia di queste formazioni, da chi sono guidate, le loro stelle e come arrivano a questa Coppa del Mondo.

  • Scommesse su eventi da mobile
  • Oltre 40.000 offerte al giorno
  • Buona usabilità
100€
Fino a 100€ Bonus di Benvenuto
Visita il sito
  • Scommesse su eventi da mobile
  • Oltre 40.000 offerte al giorno
  • Buona usabilità
888sport Recensione

Gruppo A

Nel Gruppo A troviamo una delle favorite di questo torneo. Stiamo parlando ovviamente della Francia padrona di casa, che aprirà le danze il prossimo 7 giugno nella partita inaugurale di questa Coppa del Mondo contro la Corea del Sud.

Francia

Coppa del Mondo femminile: Gruppo ALa squadra nazionale francese di calcio femminile è diretta dalla Federcalcio francese (FFF). La squadra compete come membro della UEFA in vari tornei internazionali di calcio come la Coppa del Mondo femminile, il Campionato Europeo, le Olimpiadi estive e la Coppa Algarve.

La nazionale femminile francese ha inizialmente faticato sulla scena internazionale non riuscendo a qualificarsi per le prime tre edizioni della Coppa del Mondo femminile e per sei campionati europei consecutivi, prima di raggiungere i quarti di finale nell’edizione del 1997. Tuttavia, dall’inizio del nuovo millennio la Francia è diventata una squadra nazionale di medio livello e una delle più presenti in Europa dopo essersi qualificata per la prima Coppa del Mondo femminile nel 2003 e aver raggiunto i quarti di finale in due dei tre campionati europei che si sono svolti a partire dal 2000. Nel 2011, la Francia ha ottenuto il quarto posto nella Coppa del Mondo femminile; il suo miglior piazzamento di sempre. L’anno successivo la squadra ha conquistato la Cyprus Cup 2012.
Corinne Diacre è la manager della squadra nazionale dal 30 agosto 2017. L’attuale capitano della squadra nazionale è la centrocampista Amandine Henry.

Nel marzo del 2015, la Francia è stata scelta per ospitare la Coppa del Mondo femminile nel 2019 e per questo motivo si è qualificata automaticamente come paese ospite.

Amandine Henry è senza ombra di dubbio la stella di questa squadra, oltre ad esserne il capitano. Ha vinto tutto quello che si potesse vincere come centrocampista del Lione e ha partecipato a tre finali consecutive di Champions League. Il suo ruolo in questa Francia è fondamentale per la sua tecnica, le sue abilità sotto porta e come leader della squadra. Se la Francia arriva a questo mondiale con i favori dei pronostici, non solo per essere il paese ospitante, lo deve anche alla sua forte centrocampista.

Norvegia

Coppa del Mondo femminile: Gruppo ALa nazionale norvegese di calcio femminile è diretta dalla Federcalcio norvegese. La squadra è ex campione europea, mondiale e olimpica e quindi una delle squadre nazionali di maggior successo. La squadra ha avuto meno successo nella Women’s World Cup del 2011.

La nazionale norvegese di calcio femminile è stata fondata nel 1978 per il torneo del campionato nordico. Avendo poca cultura a livello di club femminile di calcio, la Norvegia ha dovuto faticare molto per raggiungere soprattutto Svezia e Danimarca. La loro storia inizia quindi con una serie di sconfitte, prima di raggiungere la prima vittoria storica contro l’Irlanda del Nord.
La Norvegia è una delle poche squadre al mondo ad aver vinto un campionato mondiale, quello del 1995 che si è svolto in Svezia.

Il 16 dicembre 2016 Martin Sjogren è stata presentata come nuova allenatrice della Norvegia. Ha avuto precedenti esperienze da allenatrice nel Damallsvenskan e col Malmo.
La Norvegia si è qualificata per Euro 2017 senza perdere una partita. Tuttavia, sono state una delle più grandi delusioni del torneo in quanto hanno perso tutte e 3 le partite di gruppo senza segnare un gol.

L’attaccante della Norvegia Ada Hegerberg è stata scelta come miglior giocatrice donna di UEFA 2016, ma allora ha anche annunciato che si sarebbe presa una pausa dai doveri internazionali e non era sicura di tornare.

Il 7 ottobre 2017 la Federcalcio norvegese ha annunciato che i giocatori norvegesi di sesso maschile e femminile riceveranno gli stessi compensi. Ciò ha fornito un aumento quasi del cinquanta per cento dei compensi per le donne.

Il 4 settembre 2018 la Norvegia ha sconfitto l’Olanda per 2-1 nella partita finale di qualificazione alla Coppa del Mondo 2019. Di conseguenza, la Norvegia ha vinto il Gruppo 3 di qualificazione e ha conquistato un posto nella Coppa del Mondo 2019 in Francia, mentre l’Olanda che ha vinto Euro 2017 è stata costretta ad andare ai play-off.

Corea del Sud

La squadra nazionale di calcio femminile della Corea del Sud rappresenta la Corea del Sud nelle competizioni internazionali di calcio femminile. La squadra è denominata Repubblica della Corea dagli organi internazionali. La prima partita fu contro il Giappone nel 1990, persa per 13-1. Da allora si è qualificata per due coppe del mondo, nel 2003 e nel 2015.

Meno di un anno dopo la costituzione del governo della Repubblica di Corea nel 1948, le prime partite ufficiali di calcio femminile si tennero a Seul il 28 e il 29 giugno del 1949, come parte dei Giochi nazionali per ragazze. Mentre la pallacanestro e la pallavolo femminile hanno ottenuto un riconoscimento pubblico attraverso i Giochi, il calcio è stato considerato inadatto alle donne e poco attraente per il pubblico; di conseguenza le squadre delle ragazze furono sciolte subito dopo l’evento e passò molto tempo prima che venissero ricostituite.

La Corea del Sud ha chiuso al quarto posto all’AFC Women’s Asian Cup 2014 e si è qualificata per la Coppa del Mondo femminile nel 2015, dove ha passato per la prima volta la fase a gironi. Hanno giocato nel gruppo E con Brasile, Spagna e Costa Rica. La Corea del Sud ha perso 2-0 contro il Brasile, ma il pareggio per 2-2 con il Costa Rica e il successo per 2-1 contro la Spagna sono stati sufficienti per passare il turno per la prima volta in assoluto in una Coppa del Mondo. Hanno perso poi 3-0 contro la Francia negli ottavi.

Yoon Deok-yeo è un allenatore di calcio sudcoreano ed ex calciatore. Attualmente è allenatore della squadra nazionale di calcio femminile della Corea del Sud. Ji So-yun è invece la stella della squadra, gioca nel Chelsea e si è distinta come una delle migliori giocatrici della Premier League inglese.

Nigeria

Coppa del Mondo femminile: Gruppo ALa squadra nazionale di calcio femminile della Nigeria, soprannominata Super Falcons (parallelo all’epiteto Super Eagles della squadra maschile), è la squadra nazionale della Nigeria ed è diretta dalla Nigeria Football Federation. Vinsero i primi sette campionati africani e nei loro primi venti anni persero solo cinque partite nella competizione africana.
Le Super Falcons non sono state in grado di dominare anche oltre i confini dell’Africa in campi come la Coppa del Mondo femminile o ai Giochi olimpici. Il team è stato presente in ogni Coppa del mondo a partire dal 1991, ma è riuscito a finire una sola volta tra le prime otto. Nel 2003 le Super Falcons si rivelarono la più grande delusione del primo turno, non riuscendo a segnare un solo gol e perdendo tutte e tre le partite del Gruppo A.

Fecero poco meglio nel 2007, vincendo solo uno dei loro incontri del Gruppo B. Tuttavia, a loro discolpa, c’è da dire che nel 2003 e nel 2007 si sono ritrovate in veri e propri “gironi di ferro”, con superpotenze come la Corea, la Svezia e gli USA.

Thomas Dennerby è l’attuale allenatore della nazionale di calcio femminile della Nigeria, ma è anche un ex-calciatore avendo giocato per l’Hammarby e lo Sparvagens, così come per la nazionale U21. Una curiosità: ha anche lavorato come agente di polizia. Come allenatore ha vinto l’Allsvenskan con l’Hammarby nel 2001 e il Damallsvenskan con l’Djurgarden/Alvsjo.
La stella della squadra è Asisat Oshoala: calciatrice professionista nigeriana che gioca per la formazione spagnola del Barcelona Femení nella Primera División come attaccante. È stata nominata miglior giocatrice dell’anno ed è stata la miglior marcatrice nella Coppa del Mondo femminile U-20 nel 2014. È stata anche nominata miglior giocatrice e seconda miglior goleador con la squadra dei Super Falcons con cui ha vinto il campionato femminile africano nel 2014.

Il pronostico del Gruppo A

I pronostici gruppo A che troviamo in giro sui vari Siti Scommesse mondiali puntano tutti nella stessa direzione. La favorita del girone è senza ombra di dubbio la Francia. Subito dietro il paese ospitante troviamo la Norvegia, una delle poche nazioni al mondo ad aver già vinto questo trofeo. Infine ci sono Corea del Sud e Nigeria. Entrambe hanno qualche chance di passare come migliori terze.

 

Lascia un commento