Bartłomiej Drągowski

Chi sarà il portiere della Serie A con meno gol subiti a fine stagione?

Da sempre la Serie A vede un buon numero di ottimi portieri tra le fila delle squadre partecipanti. Sia nel passato, sia nel presente, le squadre di Serie A hanno potuto godere delle parate incredibili di grandi giocatori: pensiamo a Gianluigi Buffon, da molti ritenuto il miglior portiere di sempre; o Alisson, che dopo l’esperienza alla Roma ha fatto il grande salto in Premier League, vincendo la Champions con il Liverpool.

Scommesse sportive quasi illimitata Le quote sono generalmente buone Sponsor ufficiale alcuni club calcistici italiani 200€ Bonus di Benvenuto + 10 € Subito

Ma quale sarà il miglior portiere della Serie A alla fine della stagione 2020/21? Procediamo ad una disamina di tutti i possibili candidati alla vittoria di questa particolare classifica.

Samir Handanovic

Samir Handanovic è stato un protagonista centrale per l’Inter per quasi un decennio. Probabilmente è uno dei migliori portieri a non aver vinto uno scudetto, questo è certo. Nonostante i 36 anni di età, il nazionale sloveno ha messo in primo piano la sua esperienza al servizio della squadra, aiutando i nerazzurri a conquistare un degno secondo posto in Serie A nella scorsa stagione.

Samir Handanovic

Samir Handanovic

Handanovic ha mantenuto la rete inviolata solo tre volte in campionato nella stagione 2020/21, producendo alcuni errori talvolta veniali. Tuttavia, la sua forma e la sua capacità di perdurare nelle prestazioni di squadra potrebbero essere fondamentali per l’Inter al fine di vincere il primo titolo di Serie A dopo oltre un decennio. L’Inter, per Snai, ha una quota come miglior difesa di fine campionato pari a 15.

Gianluigi Donnarumma

Il portiere del Milan Gianluigi Donnarumma è a dir poco una figura imperiosa in porta per i rossoneri. Nonostante la scarsa forma della squadra nelle stagioni precedenti, Donnarumma è sempre riuscito a mantenere un impressionante record reti inviolate. Il nazionale italiano ha anche effettuato oltre 73 parate nel corso del 2020, che lo consolidano come il miglior portiere al momento del campionato.

La stagione 2020/21 oltretutto è davvero rosea per il Milan, che ricopre attualmente la prima posizione in modo saldo. Donnarumma in tal senso potrebbe rappresentare la chiave di volta per l’ipotetica vittoria dello Scudetto: un portiere giovane, dal fisico imponente ma allo stesso tempo atletico, e in possesso di una reattività e un istinto davvero fuori dal comune. Sono tutte caratteristiche che lo rendono il portiere più papabile per la vittoria della classifica portieri Serie A 2020/21. Tra le quote per la miglior difesa il Milan si piazza terza con 4,50.

Marco Silvestri

Sia all’Hellas Verona, sia in tutte le altre squadre, è ben noto il nome di Marco Silvestri, portiere che nel 2020 ha dato dimostrazione di essere un portiere incredibilmente efficace e che nell’odierna stagione sta ripetendo quanto di buono ha già fatto. Il 28enne fa parte di una solida linea difensiva, che ha subito soltanto 24 gol nella stagione precedente, la quarta miglior difesa del campionato. L’ex portiere del Leeds United ha sfoderato 72 parate, che hanno portato a 9 il contatore delle reti inviolate nonostante la squadra fosse senz’altro meno attrezzata rispetto alle rivali.

Nel corso della stagione 2020/21, come già detto, Silvestri sta ancora dimostrando quanto sia valido come portiere. La sua peculiarità è l’estrema sicurezza e fermezza con cui si presenta in porta: sbaglia pochissimo, anzi praticamente mai, e questo dà grande certezza ai difensori scaligeri in partita. Un serio candidato per la classifica delle reti inviolate nel 2021. Il Verona è tra le promesse miglior difese del campionato: possiede una quota Snai per miglior difesa finale pari a 6,50.

Bartłomiej Drągowski

Ci sono stati molti portieri polacchi nel corso degli anni che si sono affermati nel calcio mondiale. La Fiorentina ha già avuto un portiere polacco prima dell’arrivo di Drągowski: Artur Boruc, arrivato nel 2010. Oggi è il turno di Bartłomiej Drągowski, autentica sorpresa di questo campionato, arrivato alla Fiorentina un paio di mesi prima del suo 19esimo compleanno.

Bartłomiej Drągowski

Bartłomiej Drągowski

In Polonia aveva giocato due stagioni complete nella massima divisione polacca con il club della sua città natale, il Jagiellonia Białystok. Ha esordito in prima squadra a soli 16 anni, e nella penultima giornata della stagione 2013/14 è stato scelto per la partita casalinga contro il Korona Kielce, dove ha subito 4 reti. Ma questa è storia lontana, perché il portiere polacco è diventato una pedina inamovibile nello scacchiere della Fiorentina. Nonostante i viola non stiano giocando al massimo delle possibilità, il portiere è una delle sorprese più piacevoli in questo 2021 e potrebbe arrivare primo nella classifica delle reti inviolate: potrebbe anche ricevere una chiamata da qualche big, nel prossimo futuro. Reti inviolate, purtroppo, non significa potenziale miglior difesa: la Fiorentina ha una quota Snai in merito pari a 250.