mondiali 2018

Mondiali 2018: le dritte di Mourinho

Mourinho è uno degli allenatori che ha vinto di più nella recente storia del calcio europeo. Non ha mai disputato i mondiali da commissario tecnico e in una recente intervista ha rilasciato un secco “è presto” ai quesiti dei giornalisti che gli chiedevano se fosse arrivato il momento di iniziare un’esperienza simile. Al momento si diletta a dare pronostici sui mondiali 2018 dal divano di casa con chissà quale strategia di gioco in testa per la prossima stagione di campionato con il Manchester United.

Le previsioni di Mou sui Mondiali 2018

Il sito RT.COM ha recentemente pubblicato uno speciale sui vaticini dell’allenatore portoghese rispetto ai mondiali 2018.  Ma vediamo nello specifico in che cosa consistono le visioni futuribili dello Special One.

GRUPPO A

Sarà l’Uruguay di Cavani e compagni a passare insieme alla Russia che se la contenderà con l’Egitto del bomber ex Roma Salah

GRUPPO B

Passeranno nell’ordine Spagna e Portogallo. Il Mou non ha avuto esitazioni.

GRUPPO C

Al primo posto ci sarà la Francia seguita dalla sorpresa Australia che sgonfierà i sogni del Perù e della Danimarca.

GRUPPO D

Passerà come prima l’Argentina di Leo Messi. Al secondo posto ci sarà la Nigeria che scalzerà la concorrenza di Croazia e Islanda.

GRUPPO E

Brasile e quindi Svizzera. Nulla da fare per la Serbia del pupillo Matic.

GRUPPO F

La Germania ovviamente, seguita dal Messico. Gli ottavi non vedranno quindi Svezia e Corea del Sud.

GRUPPO G

Andranno avanti Inghilterra e Belgio. Rimarranno fuori Tunisia e Panama.

GRUPPO H

Il Senegal potrebbe regalare emozioni qualificandosi a sorpresa insieme alla Polonia. Nessuna chance quindi per Colombia e Giappone.

Gli ottavi secondo lo Special One

Secondo l’ex allenatore dell’Inter quindi, lo schema degli accoppiamenti per gli ottavi sarà il seguente:

Uruguay-Portogallo

Spagna-Russia

Francia-Nigeria

Argentina-Australia

Brasile-Messico

Germania-Svizzera

Inghilterra-Polonia

Senegal-Belgio

Che dite ce li giochiamo? Noi confidiamo nelle parole del Mou, anche se con qualche riserva. Riguardo alla Colombia ad esempio, crediamo che possa avere più probabilità di passare, anche qualcosa in più della Polonia. Ok alla sorpresa Senegal. Siamo un po’ scettici sul passaggio dell’Australia. Nei prossimi giorni scopriremo se Mourinho aveva ragione.

Lascia un commento