Lazio-Inter è lo spareggio che vale la Champions

Lazio-Inter, finalmente è arrivato il momento della resa dei conti. La sfida che andrà in scena questa sera alle 20.45, in uno stadio Olimpico bollente da oltre 65mila spettatori, ha tanto il sapore di spareggio. I biancocelesti sono attualmente quarti a quota 72 punti, nerazzurri quinti a 69. Tre lunghezza di distanza che potrebbero essere colmate solo con un eventuale successo. Tre punti che – anche dopo l’analisi degli scontri diretti – aprirebbero le porte della prossima Champions League aalla banda Spalletti. La settimana più attesa da entrambi gli allenatori, chiamati a fare i conti anche con gli ultimi dubbi dall’infermeria (e non solo) prima di decidere l’undici da mandare in campo dal primo minuto. Una partita che decide una stagione. Una partita che vale l’ingresso in Champions League.

Lazio: De Vrij titolare, Immobile ok

In casa Lazio tiene banco il caso De Vrij: il difensore olandese che dalla prossima stagione giocherà proprio con l’Inter sembrava indirizzato verso l’esclusione. Poi il colpo di scena di venerdì: il giocatore ha dato la disponibilità per giocare, prima durante un colloquio con Tare e poi con Inzaghi. L’allenatore aspettava soltanto di conoscere la volontà del giocatore, fino a giovedì sera molto titubante. Quindi a meno di improbabili ribaltoni De Vrij sarà titolare contro Inter, affiancato da Luiz Felipe e Radu. A centrocampo non ce la fa Marco Parolo, che non ha recuperato del tutto dal problema fisico.

Maglia da titolare invece per Lucas Leiva nonostante l’affaticamento muscolare che lo ha rallentato negli ultimi giorni. Il brasiliano sarà in cabina di regia affiancato da Murgia e Milinkovic-Savic, con Marusic e capitan Lulic sulle corsie esterne. Out invece Luis Alberto, nonostante i tentativi da parte dello spagnolo di recuperare per il big match. Al suo posto sulle trequarti giocherà Felipe Anderson. In attacco ritorna Ciro Immobile nel momento più importante della stagione: serviranno i suoi gol per portare la Lazio in Champions. Il capocannoniere del campionato schierato (e in gol) nel corso della ripresa contro la formazione Primavera giocherà dal primo minuto, nonostante il pestone al piede rimediato nella sgambata contro i giovani biancocelesti che lo ha visto uscire precauzionalmente in anticipo dal terreno di gioco.

Lazio-Inter, le condizioni e le probabili formazioni

IMMOBILE/MARCO IACOBUCCI/SHUTTERSTOCK

Inter, Gagliardini solo in panchina

Settimana intensa anche in casa Inter, con la formazione nerazzurra ben consapevole che solo con una vittoria riuscirebbe ad ottenere il pass per la prossima Champions. Una finale per gli uomini di Luciano Spalletti, che in vista della gara contro la Lazio ha meno dubbi di formazione rispetto al collega biancoceleste. Per il match dell’Olimpico l’allenatore nerazzurro sa di non poter contare su Gagliardini dal primo minuto, con il centrocampista che verrà portato solo in panchina. L’ex Atalanta ha svolto solo la prima parte del lavoro con la squadra e poi ha proseguito svolgendo un lavoro differenziato: zero chance di un impiego da titolare. Anzi, se non si trattasse dell’ultima partita della stagione, difficilmente verrebbe anche convocato.

I nerazzurri si giocano tutto in questo match per conquistare l’Europa che conta e Spalletti non cambia nulla. Handanovic va in porta, con Skriniar e Miranda pronti al centro della difesa: Cancelo e D’Ambrosio completeranno il reparto. In mezzo al campo gestiranno le operazioni Vecino e Brozovic, anche se Borja Valero potrebbe essere la sorpresa dell’ultimo momento. Rafinha va sulla trequarti, con Candreva e Perisic sulle fasce. Unica punta Mauro Icardi, che sfiderà Immobile per il titolo di capocannoniere.

Lazio-Inter, le condizioni e le probabili formazioni

ICARDI/BESTINO/SHUTTERSTOCK

PROBABILI FORMAZIONI

LAZIO (3-5-1-1)

Strakosha; Luiz Felipe, De Vrij, Radu; Marusic, Murgia, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Felipe Anderson; Immobile.

INTER (4-2-3-1)

Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda, D’Ambrosio; Vecino (Borja Valero), Brozovic; Candreva, Rafinha, Perisic; Icardi

Lascia un commento