Svezia – Svizzera

Svezia – Svizzera, sfida a distanza tra le rivelazioni

Il Mondiale di Russia 2018 entra nel vivo e ora tocca a Svezia e Svizzera affrontarsi per un posto tra le prime 8 squadre al mondo in questa competizione. Entrambe poi si sono rivelate più competitive del previsto, a partire proprio dalla Svezia che è qualificata a spese della nazionale italiana nella partita decisiva di qualche mese fa a San Siro.

Si presumeva fosse una formazione poco competitiva e invece è anche riuscita a passare il girone. Rebus per l’attacco per l’allenatore Petkovic, che in precedenza nella nostra Serie A ha allenato la Lazio con buoni risultati. La partita inizierà il 3 luglio alle ore 16, prima di due partite di giornata.

Nella fase a gironi l’impressione che la Svezia ha dato alle grandi pretendenti alla vittoria finale è stata ottima, insperabilmente ottima. Prima ha messo alle corde la Corea del Sud con una prestazione solida e attenta, senza concedere nemmeno un tiro in porta ai frizzanti coreani. Poi è andata ko contro la Germania, ma nei minuti di recupero. La qualità di calcio espressa è stata buona e ha fatto capire che la formazione non è venuta solo per partecipare, ma per provare a lottare su ogni singolo pallone, onde arrivare più avanti possibile.

Svezia – Svizzera

SVIZZERA – SVEZIA (© LIGHTBOXX / SHUTTERSTOCK.COM)

Una di queste due arriverà chiaramente ai quarti e c’è un’altra partita interessante con la Danimarca ad esempio che potrebbe portare al passaggio di una cosiddetta “mina vagante” alle semifinali con le squadre migliori, dunque è bene sottolineare ancora che in questo mondiale nulla sempre essere scontato.

La Svezia ha inoltre dato prova di forza contro il Messico che ha battuto 3 – 0 per riuscire a passare alla fase ad eliminazione diretta, confezionando un risultato davvero interessante. Inoltre anche con una corazzata in termini di blasone come il Brasile sono riusciti a pareggiare 1 – 1, mettendo dunque a segno anche una rete, sintomo che in fase di attacco sono ben organizzati. Ancora una volta da tenere sotto osservazione Granqvist, vechia conoscenza del nostro campionato, ma anche giocatori del calibro di Ekdal.

Lato Svizzera invece Schar e Lichtsteiner sono out per squalifica: non certo una buona notizia per il commissario tecnico Vladimir Petkovic, che al centro lancia Akanji e Djourou e sulle corsie si affida ad Elvedi e Rodriguez. Il grande dubbio è però legato all’attacco, con Gavranovic e Seferovic che si contendono la maglia da titolare. Risolto questo dubbio, Petkovic per il resto dovrebbe avere solamente tante certezze.

Lascia un commento