solskjaer

Solskjaer e lo staff del Man Utd ricevono critiche audaci dall’ex centrocampista

solskjaer

solskjaer

L’ex giocatore del Manchester United ha sparato colpi contro Ole Gunnar Solskjaer e tutto il suo staff tecnico dopo l’enorme sconfitta di Liverpool.
Ole Gunnar Solskjaer e l’intero staff tecnico del Manchester United sono stati colpiti da Paul Ince dopo aver assistito a una pesante sconfitta per mano del Liverpool.

Come conseguenza di questa sconfitta casalinga contro i rivali in Premier League, i dubbi sui compiti del norvegese si sono diffusi a macchia d’olio. Dopo appena nove partite, lo United cade otto punti dietro i leader del campionato Chelsea e ha un pessimo record difensivo sul tavolo.

Bemused da come stanno andando le cose con Solskjaer e il suo partito, Ince ha versato alcune parole dure. “Non si può avere un manager che porta Cardiff giù, poi va a Molde, e si aspetta di venire nel più grande club del mondo e produrre una squadra che sta per sfidare le migliori squadre del mondo con il personale che ha”, ha detto Ince a The United Stand.

“Ha un allenatore under 23 che viene dall’accademia. Ha Michael Carrick… nessuna esperienza da allenatore. Micky Phelan… non so cosa faccia. Questa è la sua squadra.

Questo è il suo staff di allenatori”. Così si analizza che con i giocatori di classe mondiale che hai in squadra e continuiamo a parlare di tattiche e non ottenere il meglio dai giocatori…

“Guardate questo staff. Questo è lo staff che Ole dice che è ‘molto buono, brillante…’ è un mucchio di stronzate perché stanno concedendo gol per divertimento”.

Ince ha anche sollevato un argomento riguardante le sessioni di allenamento per i giocatori del Man Utd. Ha detto: “Stanno facendo lavoro difensivo? Sanno dove i giocatori devono essere quando la palla è in una certa posizione?

“In realtà mi piacerebbe andare a Carrington e guardare una settimana di quello che fanno in allenamento. Mi piacerebbe vederlo. Non so se stanno giocando a calcetto, un po’ di pallavolo e tutta quella spazzatura, tennis di testa. Non so cosa stiano facendo ma mi piacerebbe andare.

“Mi piacerebbe che Ole mi invitasse per una settimana e mi dicesse: ‘Paul questo è quello che facciamo e questo è il modo in cui lo facciamo’ perché non sto vedendo nessuna cosa nel fine settimana che mi dica che lavoriamo a questo, lavoriamo a quello”.