Roma - Porto

Roma – Porto: i giallorossi vogliono migliorare la passata stagione

Il Porto non è il peggior avversario che la Roma poteva incontrare negli ottavi di Champions League, e così i giallorossi sperano di ripetere l’exploit dello scorso anno quando arrivarono fino alla semifinale.

La Roma torna finalmente a giocare una partita di Champions League, a due mesi esatti di distanza dall’ultima volta, era il 12 dicembre scorso. Questa volta però, non sono ammesse più distrazioni, perché partono gli incontri che contano davvero. Nell’andata di questi ottavi di finale, la Roma di Di Francesco incontra il Porto, che è primo nel proprio campionato ed ha voglia di fare più strada possibile nella massima competizione europea.

Nell’ultima di campionato, i capitolini hanno ottenuto una schiacciante vittoria per 3 a 0 contro il Chievo, sempre più ultimo e vicino al baratro della Serie B. Tuttavia, il cammino giallorosso quest’anno, è stato un continuo alti e bassi. Solo lo scorso 30 gennaio, infatti, gli uomini di Di Francesco sono riusciti a rimediare una sconfitta per 7 a 1 a Firenze contro la squadra di casa, nei quarti di finale di Coppa Italia. Di solito però, quando vede la Champions, i giallorossi si gasano e i ricordi dell’impresa sfiorata lo scorso anno, non sono ancora così appannati.

Roma - Porto

ROMA – PORTO (© KOVOP58 / SHUTTERSTOCK.COM)

In casa Porto, invece, c’è da segnalare l’ultimo incontro giocato dai biancoblu che hanno pareggiato per 1 a 1 contro la Moreirense, ma restano saldamente in testa alla classifica della Primeira Liga. Alle sue spalle la rivale di sempre, il Benfica. Il Porto è una squadra molto solida in difesa, tanto che in 21 giornate ha subito solamente 12 reti ed è la migliore di tutta la competizione. Inoltre, in Champions il Porto si è qualificato agli ottavi di finale piazzandosi prima nel girone D, senza mai perdere un solo incontro.

Per questa prima sfida degli ottavi di finale, Di Francesco dovrebbe affidarsi nuovamente al suo amato 4-3-3. Probabile forfait in porta per Olsen, per cui ci sarà Mirante a sostituirlo. In difesa dovrebbe aver recuperato Manolas, mentre Karsdorp potrebbe nuovamente occupare la corsia di destra. In mezzo al campo rientra dalla squalifica Pellegrini e De Rossi dal turno di riposo, che comporrebbero il terzetto assieme a Cristante. In avanti, dovrebbero partire titolari Zaniolo, con Dzeko ed El Shaarawy.

Roma (4-3-3): Mirante; Karsdorp, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, De Rossi, Pellegrini; Zaniolo, Dzeko, El Shaarawy

Porto (4-4-2): Casillas; Militão, Felipe, Pepe, Telles; Lopez, Pereira, Herrera, Brahimi; Tiquinho, Fernando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *