giornata

I bianconeri si preparano alla difficile sfida del Bernabeu con la convinzione di poter far bene

E’ sicuramente un’impresa quasi impossibile quella che aspetta la Juventus, superata 3-0 la scorsa all’Allianz Stadium da Ronaldo e compagni, ma a Vinovo durante l’allenamento di questa mattina i bianconeri hanno mostrato calma e serenità. C’è voglia di fare qualcosa di speciale e in ogni caso la Juventus andrà a Madrid per giocarsi la partita.

Tante forze fresche per i bianconeri, che a Benevento hanno fatto parecchio turnover proprio in vista di questa partita di Champions League. Rispetto alla gara vinta per 4-2 al Vigorito, infatti, ci dovrebbero essere ben sei cambi. Allegri deve rinunciare alla Joya Dybala, il quale ha ricevuto una doppia ammonizione nella partita di andata, ma recupera Pjanic e Benatia rispetto alla sfida di Torino. Una notizia più che positiva, vista l’importanza del bosniaco nel gioco dei bianconeri, e la capacità che ha il difensore marocchino di blindare la difesa in coppia con Chiellini. Proprio quest’ultimo sembra quello che ha sofferto di più l’assenza dell’ex difensore di Bayern e Roma, mostrando incertezze che raramente ha concesso un difensore del suo livello.

Real Madrid-Juventus, le condizioni dei bianconeri e la probabile formazione

Il tecnico toscano studia un assetto tattico diverso da quello dell’andata, optando per un 4-3-3 mascherato da 4-4-2. In difesa ci sono pochi dubbi, l’unico nodo da sciogliere è sulla fascia destra dove De Sciglio è favorito su Lichtsteiner, visto anche l’impiego dello svizzero nell’ultima partita di campionato. A centrocampo poi, ci saranno i titolarissimi Pjanic, Khedira e Blaise Matuidi, che agirà da mezzala o esterno sinistro a seconda delle fasi della partita. Un ulteriore dubbio è a destra tra Douglas Costa, che garantisce spinta e spunti offensivi, e Cuadrado, più  votato alla fase difensiva. In avanti, vista anche la squalifica di Dybala e l’infortunio di Bernardeschi (non convocato per la trasferta di Madrid), ci sarà il duo pesante Mandzukic e Higuain. Riflettori e speranze bianconeri sono tutte orientati verso il bomber argentino, ex di turno, che deve tornare a essere decisivo anche in big match come questo.

Lascia un commento