Ivam Rakitic

Rakitic ricorda a Messi il trofeo che non solleverà mai

Ivam Rakitic

Ivam Rakitic

Prima della semifinale di Copa del Rey, Ivan Rakitic ha ricordato a Messi l’unico trofeo che non solleverà mai durante tutta la sua carriera.
Il messaggio di Ivan Rakitic a Leo Messi sembra uno scherzo di cattivo gusto a prima vista, ma il contesto lo rende abbastanza esilarante. Il centrocampista croato sta attraversando il suo secondo periodo al Siviglia FC ed è stato recentemente intervistato dal canale televisivo La Liga. Durante questo incontro, ha parlato dell’incredibile esperienza come giocatore del Barcellona. Spesso dimentichiamo che Rakitic è arrivato al club quando giocatori come Xavi o Iniesta erano ancora nel fiore degli anni.

Indipendentemente da ciò, Ivan è diventato comunque un giocatore chiave per il club catalano durante la sua prima stagione. Ha vinto il treble e ha continuato a vincere diversi titoli della Liga per molti anni. Oggi, affronta il suo ex club dalla panchina. Tra tutti i preparativi per questa partita, Rakitic ha rivelato una storia commovente di una conversazione che ha avuto con Messi prima di questa partita. Si potrebbe pensare che sia un brutto scherzo perché Messi non ha ancora vinto la Coppa del Mondo, ma Rakitic si assicura di chiarire a quale titolo si riferisce.

Il titolo che Messi non solleverà mai.

Se vi confondete con la battuta di Rakitic, potreste pensare che potrebbe riferirsi alla Coppa del Mondo. Tuttavia, il centrocampista croato sta parlando dell’Europa League. Questo è ciò che ha detto a La Liga TV: “Quando sono arrivato al Barcellona, la fame che avevano ancora quei giocatori era incredibile. Ho avuto la fortuna di passare un anno ad allenarmi con Xavi e qualche altro con Iniesta. C’era così tanto che ho imparato sia dentro che fuori dal campo. Nessuno dava loro niente gratis.

“Si sono guadagnati tutto quello che hanno vinto. Non è un caso che abbiano vinto tutti i titoli immaginabili. Ogni giocatore aveva un ruolo da svolgere. Ognuno di loro ha fatto le cose a modo suo ma sempre con l’intenzione di vincere. A Berlino abbiamo detto che dovevamo restare uniti per rimanere invincibili durante la finale di Champions League. Ho parlato con Messi e gli ho detto che ha vinto tutto e ha segnato tanti gol. Ma io ho vinto un trofeo che lui non alzerà mai: l’Europa League”.