Mourinho

Mourinho rivela il giocatore del Real Madrid di cui Ronaldo era “innamorato

Mourinho

Mourinho

L’ex manager del Real Madrid Jose Mourinho ha affermato che Cristiano Ronaldo era ‘innamorato’ di Karim Benzema.
Jose Mourinho ha affermato che Cristiano Ronaldo amava la natura altruista di Karim Benzema al Real Madrid.

Non è un segreto che Benzema ha assunto un ruolo di supporto durante i nove anni di Ronaldo in Spagna. La sua priorità era quella di aiutare a creare opportunità per l’asso portoghese. Spesso si è abbassato in profondità per attirare i difensori verso di lui e ha aperto lo spazio per il suo compagno di squadra, portando a un’abbondanza di gol.

In 342 presenze insieme a Benzema in totale, Ronaldo ha segnato 358 gol e 104 assist.

Ora Mourinho, che ha allenato la coppia durante i suoi tre anni al Real Madrid tra il 2010 e il 2013, ha elogiato Benzema.

“Il miglior complimento che si può fare a Karim Benzema è che Cristiano Ronaldo era innamorato di lui al Real Madrid”, ha detto a The Sun.

“E per Cristiano essere innamorato di un altro giocatore d’attacco significa che fa molto per Cristiano – e fa molto per ogni giocatore d’attacco che gioca intorno a lui.

“Karim è probabilmente l’unico numero 9 che conosco che non è egoista nel suo gioco. La sua visione è incredibile, il modo in cui si diverte a giocare a calcio è quello di giocare con molta libertà. Posso paragonarlo a Harry Kane anche in questo senso”.

Karim tirerà fuori il meglio da Mbappe

Il portoghese si aspetta che Benzema prosperi per la Francia a Euro 2020 e aiuti a tirare fuori il meglio da Kylian Mbappe, in modo simile a come Harry Kane fa per Son Heung-min al Tottenham in Premier League.

“Direi che Harry segna più gol, probabilmente ha più di quell’istinto assassino rispetto a Karim, ma Karim, come giocatore, è assolutamente incredibile e quando si guarda alla squadra francese e si immagina Antoine Griezmann e Kylian Mbappe giocare con lui, penso che possa essere qualcosa di grande.

“Karim tirerà fuori il meglio da Mbappe, proprio come ha fatto a Madrid con Cristiano.

“Come Harry con Son Heung-min, il modo in cui quello tecnico interagisce con quello che attacca lo spazio e fa corse in diagonale.

“Queste interazioni sono molto importanti e credo che Karim, in quella Francia, possa fare molto, molto bene”.