Mane

Mane restringe l’obiettivo del Liverpool per la stagione 2020-21

Mane

Mane

Un sostanziale slittamento degli standard lascia i Reds a 19 punti dalla vetta della classifica, e le loro speranze di difesa del titolo sono tutt’altro che svanite.
Sadio Mane ammette fermamente che la Premier League è fuori portata per il Liverpool in questa stagione, nonostante abbia dichiarato che la sua squadra ha ancora un atteggiamento “non mollare mai”.

Mane ha concesso il titolo pur riconoscendo la forma sensazionale del Manchester City, suggerendo che i leader del campionato difficilmente allenteranno la loro presa sul primo posto.

La forma del Liverpool in campionato è in diretto contrasto con quella del Man City. I primi hanno perso tutte le ultime quattro partite e hanno ottenuto solo due vittorie nelle loro 11 partite. I secondi, invece, hanno 13 vittorie consecutive.

Un’enorme differenza di 20 punti esiste ora tra le due squadre, con gli Sky Blues a 10 punti dalla vetta, mentre i rossi al sesto posto stanno lottando per entrare nella top-four.
Con i titoli back-to-back ora un sogno lontano, Mane suggerisce che hanno spostato la loro attenzione sulla Champions League.
“Prima di tutto, prima della fine della stagione penso, non solo io, ma ogni singolo giocatore della squadra ha degli obiettivi. È lo stesso per il club”, ha detto il senegalese in un’intervista con ESPN Brasile.
“Il nostro obiettivo fin dall’inizio era [vincere] la Champions League, la Premier League e anche le partite di coppa. E ora, posso dire che è finita per la Premier League … è troppo.
“Nella nostra testa, la nostra autostima, è sempre ‘non mollare mai’, e non molleremo, ma di sicuro il Manchester [City] è una buona squadra e sta volando”.