Liverpool FC

L’ex stella dei Reds crede che il Liverpool abbia ancora una possibilità contro il Madrid

Liverpool FC

Liverpool FC

Simon Mignolet ha insistito che il Liverpool ha ancora una possibilità di progredire contro il Real Madrid in Champions League questa sera.
Simon Mignolet ha insistito “non si sa mai” quando si tratta di possibilità di Liverpool di progredire in Champions League questa sera.

I Reds ospitano il Real Madrid ad Anfield nella seconda tappa del loro quarto di finale, cercando di superare un deficit di 3-1 dall’andata a Madrid.

I pronostici sono molto contro la squadra di Jurgen Klopp, con pochi che prevedono che il Liverpool progredisca dopo le loro prestazioni della scorsa settimana e di questa stagione in generale.

Tuttavia, hanno una storia di ribaltare le cose in Champions League, con la loro notevole rimonta contro il Barcellona nel 2019 che rimane forte nella memoria.

Mignolet ha fatto parte di quel successo, e insiste sul fatto che non si può cancellare la sua ex squadra quando si tratta di calcio europeo.

“Sarà difficile, ma con il Liverpool in Champions League, non si sa mai”, ha detto a De Tribune come riportato da Sporza.

“Si sono già salvati da situazioni più difficili. Come dopo la sconfitta per 3-0 a Barcellona o nella finale contro il Milan. Con il Liverpool non si finisce mai.

“Proprio come ho fatto con STVV, sono sicuro che guardo ancora il Liverpool con una sensazione diversa quando giocano. Inoltre conosco ancora molti giocatori in campo.

“Speriamo che non solo continuino a spingere in Champions League, ma soprattutto che possano qualificarsi per la Champions League dell’anno prossimo, perché in questo momento hanno un lavoro più grosso in Premier League”.

Altrove, Alisson Becker non è stato al suo solito meglio e ha lottato in diverse occasioni in questa stagione. Mignolet spiega che l’assenza di Van Dijk è la ragione dietro la scarsa forma di Alisson.

Questo (la forma di Alisson) avrà diverse ragioni”, ha aggiunto.

“Da un lato, ha avuto alcuni infortuni, ma c’è anche il fatto che gli è mancato Virgil van Dijk per quasi tutta la stagione”.

“Quella è una fetta di stabilità che comunque è andata via. In realtà era già una differenza quando c’ero io. Van Dijk è arrivato quando sono finito in panchina”.

“Dal momento in cui ha iniziato a giocare, abbiamo smesso di fare gol. Il Liverpool con o senza di lui è una differenza enorme, credo”.