Le qualificazioni per i mondiali in Russia 2018

Le qualificazioni per i mondiali in Russia 2018

Il processo di qualificazione per la Coppa del Mondo FIFA 2018 si è svolto con una serie di tornei organizzati dalle sei confederazioni della FIFA, che hanno deciso 31 delle 32 squadre che parteciperanno alla Coppa del Mondo 2018, con la Russia che si qualificherà automaticamente come paese ospitante. Tutte le rimanenti 210 federazioni affiliate alla FIFA hanno potuto partecipare al processo di qualificazione e, per la prima volta nella storia della Coppa del Mondo, tutte le squadre nazionali idonee si sono iscritte alla competizione preliminare, ma lo Zimbabwe e l’Indonesia sono stati squalificati prima di giocare le loro prime partite. Bhutan, Sud Sudan, Gibilterra e Kosovo hanno fatto il loro debutto ai mondiali 2018 qualificazioni per la Coppa del Mondo FIFA. Il Myanmar, per problemi di ordine pubblico durante un pareggio della Coppa del Mondo 2014 contro l’Oman, è stato costretto a giocare tutte le partite casalinghe al di fuori del paese.

Il sorteggio principale per le qualificazioni si è svolto al Palazzo di Konstantinovsky di Strelna a San Pietroburgo, il 25 luglio 2015 e prima di allora, si sono svolte un bel po’ di partite. La prima si è giocata a Dili, Timor Leste, il 12 marzo del 2015 e Chiquito do Carmo, giocatore delle fila di Timor Est, è stato il primo a segnare un gol nei tornei di qualificazione. Le partite sono state giocate anche in CONCACAF prima del sorteggio principale.

Processo di qualificazione

Il numero di squadre partecipanti al torneo finale è di 32. Anche se il processo di qualificazioni è iniziato nel marzo del 2015, i vari tornei sono stati discussi per ogni confederazione durante la riunione del Comitato Esecutivo FIFA il 30 maggio 2015 a Zurigo dopo il Congresso FIFA. È stato deciso di mantenere la stessa disposizione del 2014 per i tornei del 2018 e del 2022.

Proposta di espansione

Nell’ottobre del 2013, il presidente UEFA Michel Platini ha proposto di espandere il numero di partecipanti alla fase finale della Coppa del Mondo, portando il numero da 32 a 40, già a partire dal 2018. Il formato sarebbe stato lo stesso, ma con gruppi di 5 squadre, piuttosto che da 4. Questo, in risposta alle dichiarazioni del presidente della FIFA Sepp Blatter, secondo cui Africa e Asia meritavano più posti nelle fasi finali della Coppa del Mondo a spese delle squadre europee e sudamericane.

Tuttavia, il segretario generale della FIFA, Jérôme Valcke, ha affermato che l’espansione nel 2018 sarebbe stata “improbabile”, mentre il ministro sportivo russo Vitaly Mutko, ha affermato che il paese si sta “preparando sulla base della partecipazione di 32 squadre per i mondiali 2018 qualificazioni“. L’espansione del numero delle squadre, è stata ridiscussa nel 10 gennaio del 2017, quando il Consiglio FIFA ha votato all’unanimità di portare a 48 squadre la fase finale, a partire dalla Coppa del Mondo FIFA del 2026.

Quali squadre si sono qualificate e come

Il quadro delle squadre che si recheranno in Russia per la prossima Coppa del Mondo è completo. Le qualificazioni africane, gli spareggi europei e i due spareggi intercontinentali hanno completato il loro ciclo prima del sorteggio per le fasi finali del torneo. Completate le mondiali 2018 qualificazioni, siamo in grado di darvi tutte le informazioni più importanti sulle nazioni che parteciperanno al prossimo torneo mondiale.

Qualificazioni AFC (Asia)

Le qualificazioni per la Coppa del Mondo in Asia, sono divise in tre turni, più gli spareggi. Nel primo turno, le 12 squadre classificate tra il 35° e il 46° posto del continente, giocano un turno a eliminazione diretta e avanzano le 6 squadre vincitrici. Nel secondo turno, queste sei squadre si uniscono alle squadre classificate tra il 1° e il 34° posto, in otto gruppi da cinque squadre ciascuno, con incontri che si giocano in casa e fuori casa. Le otto vincitrici del girone e le migliori quattro, passano al terzo turno e si qualificano anche per la Coppa d’Asia 2019.

Nel terzo turno, le 12 squadre rimanenti sono coinvolte in due gruppi da sei. Di nuovo, si giocano partite in casa e fuori casa e le prime due di ogni gruppo si qualificano per la fase finale della Coppa del Mondo. Le squadre che si posizionano terze in ciascun gruppo, si giocano poi in uno spareggio, dove la vincitrice si qualifica per un altro spareggio contro la quarta squadra del gruppo Nord e Centro America (CONCACAF). La vincitrice di quello spareggio, si qualifica per la fase finale della Coppa del Mondo.

Qualificate: Iran, Corea del Sud, Giappone, Arabia Saudita e Australia

Qualificazioni CAF (Africa)

Le qualificazioni alla Coppa del Mondo in Africa sono divise in tre fasi. Il primo turno vede le 26 squadre classificate tra il 28° e il 53° posto del continente, giocare un turno a eliminazione diretta, dove avanzano le 13 vincitrici.

Il secondo turno segue lo stesso formato, con le 13 vincitrici del primo turno, che si uniscono alle squadre classificate dal 1° al 27° posto del continente, per un totale di 40 squadre. Avanzano le 20 squadre vincitrici.

Il terzo ed ultimo turno, prevede 20 squadre divise in 5 gruppi da 4, dove la vincitrice di ogni gruppo, si qualifica per la fase finale della Coppa del Mondo.

Qualificate: Nigeria, Egitto, Senegal, Tunisia e Marocco.

Qualificazioni CONCACAF (Nord America)

Le qualificazioni alla Coppa del Mondo nell’America del Nord e Centrale, sono divise in 5 turni, più gli spareggi. Il primo turno, vede affrontarsi 14 squadre, classificate tra il 22° e il 35° posto del continente, in un incontro ad eliminazione diretta. Avanzano le 7 squadre vincenti, che si uniscono ad altre 13 squadre, che vanno dalla nona alla ventesima posizione. Scontro a eliminazione dirette e ne avanzano altre 10.

Nel terzo turno, le 10 squadre vincenti, si uniscono alla settima e all’ottava della classifica continentale, per un totale di 12 squadre che si affrontano in un’altro incontro ad eliminazione diretta. Le sei vincenti nel quarto round, si uniscono alle migliori sei della classifica, dividendosi in tre gruppi da quattro. Dopo un incontro in casa e uno fuori casa, le vincenti di ogni gruppo avanzano al quinto ed ultimo turno. Qui, c’è un solo gruppo di 6 squadre, che si affrontano l’una contro l’altra, in casa e fuori casa. Le prime tre si qualificano alla Coppa del Mondo, mentre la quarta gioca con la quinta proveniente dall’ultima fase asiatica.

Qualificate: Messico, Costa Rica e Panama

Qualificazioni CONMEBOL (Sud America)

Le qualificazioni per la Coppa del Mondo in Sud America, consiste in un solo turno. Tutte le 10 squadre del continente giocano in casa e fuori casa. Le prime quattro squadre si qualificano per la fase finale della Coppa del mondo, mentre la quinta squadra partecipa a uno spareggio contro la migliore squadra dell’Oceania.

Qualificate: Brasile, Uruguay, Argentina, Colombia e Perù

Qualificazioni OFC (Oceania)

Le qualificazioni alla Coppa del Mondo in Oceania sono divise in tre turni, più uno spareggio. È l’unico continente la cui partecipazione alla Coppa del Mondo, non è garantita nemmeno con una squadra. Nel primo turno, American Samoa, Cook Islands, Samoa e Tonga si affrontano una volta in un gruppo, dove il vincitore del gruppo che avanza al secondo turno.

Il secondo turno, prevede due gironi da quattro squadre. Le prime tre squadre di ciascun gruppo raggiungono il terzo turno e le prime due di ciascun gruppo avanzano fino alla fase a eliminazione diretta della Coppa delle Nazioni OFC.

Nel terzo turno, le sei squadre rimanenti sono divise in due gruppi da tre. Le squadre di ogni gruppo si affrontano in casa e fuori, e i vincitori di ciascun gruppo avanzano verso uno spareggio finale.

La vincitrice dello spareggio finale, affronta in un altro spareggio la quinta classificata del Sud America. Questa volta, si sono affrontate Perù e Nuova Zelanda, e la prima ha avuto la meglio sulla seconda.

Qualificate: nessuna

Qualificazioni UEFA (Europa)

uefa

UEFA/OSHUMA/SHUTTERSTOCK

Le mondiali 2018 qualificazioni in Europa sono divise in un round, più gli spareggi. Inizialmente, i 52 paesi affiliati alla UEFA (esclusi i padroni di casa della Russia) sono stati coinvolti in sette gruppi di sei squadre e due gruppi di cinque squadre. Più tardi sono diventati nove gruppi da sei squadre, quando Kosovo e Gibilterra si sono unite alla FIFA.

I vincitori di ciascun gruppo si qualificano direttamente per le fasi finali della Coppa del mondo. Le nove classificate al secondo posto, esclusa l’ultima in base ai punti fatti nel proprio girone, si affrontano in uno spareggio ad eliminazione diretta, con partite in casa e fuori casa. Le vincitrici, si qualificano per la fase finale della Coppa del Mondo.

Qualificate: Russia (come paese ospitante), Francia, Portogallo, Germania, Serbia, Polonia, Inghilterra, Spagna, Belgio, Islanda, Svizzera, Croazia, Svezia e Danimarca.

Riepilogo delle qualificazioni

Anche se tutti i membri della FIFA si sono iscritti per le qualificazioni, non tutti vi hanno partecipato. Il 12 marzo del 2015, lo Zimbabwe è stato espulso dalla competizione per non aver pagato l’ex allenatore José Claudinei con una commissione di buona uscita, mentre l’Indonesia è stata esclusa dalla gara delle qualificazioni a seguito della sospensione della loro federazione calcistica da parte della FIFA il 30 maggio 2015.

Il Kuwait ha dovuto annullare una serie di partite a causa della loro situazione interna al paese e alla fine, è stato definitivamente eliminato. Il Brasile, è stata la prima squadra a raggiungere il primo posto per i mondiali 2018, dopo la vittoria per 3 a 0 sul Paraguay il 28 marzo del 2017. Il Perù è stata l’ultima squadra a qualificarsi, dopo che ha battuto nello spareggio la Nuova Zelanda per 2 a 0.

Lascia un commento