Rafinha Inter

Le caratteristiche del brasiliano hanno migliorato il gioco dell’Inter

L’Inter, martedì sera, ha battuto il Cagliari per 4 a o. Un risultato rotondo, ma non così straordinario. Il Cagliari, infatti, si è presentato a San Siro ampiamente rimaneggiato tra defezioni e squalifiche. Gli isolani si sono dimostrati incapaci sia di difendere che di offendere, con ben 20 tiri subiti e addirittura nessuno effettuato verso la porta avversaria. E’ stata però una vittoria importante per l’Inter, che aveva bisogno dei 3 punti e di risposte importanti dai suoi uomini simbolo. Uno di questi, oltre ai soliti Icardi e Perisic, e ad un Brozovic rigenerato nel nuovo ruolo di costruttore di gioco, è indubbiamente Rafinha.

Inter

RAFINHA/BERTANI/SHUTTERSTOCK

Il centrocampista brasiliano è stato uno dei migliori in campo nel match di martedì sera e sta dimostrando a suon di prestazioni di valere il prezzo del suo cartellino. Rafinha non è ancora al 100% fisicamente, ma la sua influenza sul gioco dell’Inter è palese. Si potrebbe dire che, nelle ultime settimane, i momenti di massima brillantezza dei nerazzurri hanno coinciso con quelli del talento ex Barcellona. E la partita di ieri lo ha confermato. Si è mosso costantemente tra le linee per trovare la posizione ideale e si è abbassato molto per dare una mano in fase di costruzione. Ha favorito la manovra di gioco risultando, a fine partita, il giocatore con più passaggi riusciti nella trequarti offensiva (24) e quello che ha creato più occasioni da gol. Tra i 6 passaggi chiave c’è anche l’assist di tacco per il gol di Icardi. Il brasiliano oltretutto è un giocatore che si muove  dentro l’area di rigore. Questo quindi evita che Icardi rimanga troppo isolato e che il gioco si sviluppi esclusivamente sugli esterni. L’Inter insomma sta facendo molto affidamento su Rafinha, che rappresenta una garanzia nella gestione del pallone, ma anche un’ottima fonte di imprevedibilità e pericolisità offensiva. Data la sua grande utilità, dunque, potrebbbe essere uno dei punti da cui ripartire per costruire l’Inter della prossima stagione.

Lascia un commento