Brasile

Il Brasile esprime malcontento contro la decisione della CONMEBOL

Brasile

Brasile

Dopo l’importante decisione della CONMEBOL di cambiare i padroni di casa della Copa America del 2021, la squadra di calcio del Brasile esprime il suo malcontento.
La squadra di calcio internazionale del Brasile ha sbattuto la CONMEBOL per la sua decisione di cambiare la sede della Copa America. Tuttavia, hanno accettato le responsabilità forzate che l’entità calcistica sudamericana ha imposto loro.

Per chi non lo sapesse, l’Argentina e la Colombia erano i co-ospiti originali della Copa America del 2021. Ma, quest’ultima è stata rimossa il 20 maggio a causa delle proteste che avvengono nel paese.

Come risultato di ciò, la CONMEBOL ha consegnato tutto il lavoro alla sola Argentina. Tuttavia, hanno dovuto essere tolti a causa dell’aumento dei casi di COVID-19 nella nazione. E l’organo di governo ha di conseguenza nominato il Brasile come nuovo padrone di casa del torneo.

Dopo la vittoria della squadra per 2-0 sull’Ecuador la scorsa settimana, il capitano della Selecao Casemiro ha insinuato che l’intera squadra insieme al loro allenatore Tite erano contro questa decisione. La squadra brasiliana però ha ora rilasciato una dichiarazione ufficiale sulla questione.

“Quando nasce un brasiliano, nasce un tifoso”, si legge nel comunicato. “E per più di 200 milioni di tifosi scriviamo questa lettera per esprimere la nostra opinione sul risultato della Copa America”.

“Siamo un gruppo coeso, ma con idee diverse. Per molte ragioni, umanitarie o professionali, non siamo soddisfatti del comportamento mostrato dalla CONMEBOL riguardo alla Copa America”.

“Tutti i fatti recenti ci portano a credere che ci sia stato un processo inadeguato”.

“È importante sottolineare che in nessun momento abbiamo voluto rendere questa una discussione politica. Siamo consapevoli dell’importanza della nostra posizione – seguiamo ciò che viene pubblicato dai media, siamo presenti sui social media. Cerchiamo anche di evitare che vengano diffuse notizie false con i nostri nomi, senza i fatti veri”.

“Infine, ricordiamo che siamo lavoratori, professionisti del calcio. Abbiamo una missione da compiere indossando la storica maglia giallo-verde dei cinque volte campioni del mondo”.

“Siamo contrari all’organizzazione della Copa America, ma non diremo mai di no alla nazionale brasiliana”.