Guardiola

Guardiola condivide i suoi pensieri sull’arresto di Bartomeu

Guardiola

Pep Guardiola

Pep Guardiola ha condiviso i suoi pensieri su Josep Bartomeu dopo che l’ex presidente del Barcellona è stato arrestato lunedì.
Pep Guardiola ha descritto l’arresto di Bartomeu come una situazione “scomoda”, mentre sostiene il Barcellona per tornare al meglio.

L’ex presidente del Barcellona è stato arrestato lunedì come parte di un’indagine sul ‘Barcagate’ al Camp Nou.

Bartomeu è stato temporaneamente rilasciato martedì dopo aver trascorso la notte di lunedì in carcere, ma le indagini rimangono in corso.

Oltre all’ex presidente del Barca, sono stati effettuati anche altri arresti. L’amministratore delegato del club, Oscar Grau, il suo ex consigliere Jaume Masferrer e il capo consulente legale Roman Gomez Ponti fanno tutti parte delle indagini.

Avendo giocato e gestito il Barca in passato, è normale che Guardiola abbia ancora un debole per la sua ex squadra.

Il boss del City ha ora condiviso i suoi pensieri sull’ultimo scandalo che circonda i giganti spagnoli.

“È una situazione scomoda, ma spero che finisca bene”, ha detto il boss del Manchester City come riportato da The Athletic.

“È già innocente finché il tribunale non dimostra che è colpevole”.

Per andare avanti, Guardiola ha anche aggiunto che ha grandi speranze per il suo ex club andando avanti.

“L’unica cosa che mi preoccupa è che tra una settimana avremo un nuovo presidente”, ha detto. “È una situazione difficile al Barcellona, ma il nuovo uomo deve avere il coraggio di guidare nei prossimi anni. Il maggior numero di persone possibile può votare e guidare il miglior club del mondo”.

“Sono abbastanza sicuro che torneranno più forti. Il nuovo presidente deve guidare con fiducia e riunire i tifosi e questo li renderà il club che sono. Non vedo l’ora che ci siano le elezioni e spero che il presidente vada bene”.