Guardiola

Dortmund CEO Watzke spara indietro a Guardiola su commenti tassa agente

Guardiola

Guardiola

L’amministratore delegato del Dortmund, Hans-Joachim Watzke, ha risposto a Pep Guardiola dopo i commenti fatti dal boss del Manchester City.
L’amministratore delegato del Dortmund, Hans-Joachim Watzke, ha lanciato una frecciatina alle spese del Manchester City dopo i commenti fatti da Pep Guardiola riguardo all’importo che il club della Bundesliga ha pagato in spese di agente.

City affrontare Dortmund nella seconda tappa dei quarti di finale di Champions League mercoledì sera, con Guardiola avendo precedentemente affermato che i tedeschi “pagare un sacco di soldi” agli agenti per aiutarli a identificare giovani starlet.

Nella fase preparatoria dell’andata dei quarti di finale, che il City ha vinto 2-1 all’Eithad Stadium, Guardiola ha detto ai giornalisti: “Se c’è una persona che conosce il Borussia Dortmund a Manchester sono io. La cultura di questo club, il modo in cui giocano e non troverò un solo giocatore del Borussia Dortmund senza qualità.

“Spendono un sacco di soldi per i giovani giocatori e pagano un sacco di soldi agli agenti per portare questi giocatori lì perché hanno una qualità incredibile. Incredibile. Forse non hanno trovato in questa stagione la consistenza in Bundesliga per vincere ogni settimana, ma per due partite [a eliminazione diretta] sono in grado di fare qualsiasi cosa”.

Reagendo a questi commenti, Watzke ha puntato il dito contro la spesa di Guardiola con il City negli ultimi anni, che ha visto i leader della Premier League assemblare una squadra considerata una delle più forti in Europa.

“Negli ultimi cinque anni [il City] ha speso quasi 1 miliardo di euro (870 milioni di sterline / 1,2 miliardi di dollari) in nuovi giocatori”, ha detto il 61enne alla BBC Sport. “In cinque anni. Chi ha la possibilità di fare questo? Non deve criticare gli altri club.


“[La strategia del Dortmund] sta funzionando in modo fantastico ma è difficile sviluppare una squadra con essa perché dopo due o tre anni, questi giovani giocatori, se si comportano molto, molto bene, come Erling Haaland o Jadon Sancho, allora i più grandi club d’Europa vogliono comprarli. Questo è l’unico modo per il Borussia Dortmund.

“Il Dortmund non è un club dove devi avere grandi visioni perché non hai grandi soldi.

“Se avessi soldi come altri club, che possono spendere 1 miliardo di euro in cinque o 10 anni per la squadra, allora puoi avere delle visioni. Quello che voglio avere per i prossimi anni è che otteniamo lo status di essere uno dei migliori 10 o 12 club in Europa e normalmente di vincere qualche titolo in Germania”.