Coppa del Mondo femminile: Gruppo F

I sorteggi per decidere i gironi della Coppa del Mondo di Francia 2019 si sono svolti l’8 dicembre del 2018 a Parigi. A questa ottava edizione del torneo mondiale di calcio più importante del mondo parteciperanno 24 formazioni. 23 qualificate attraverso le fasi preliminari e una, la Francia, che accede di diritto ai gironi.

Come accade in campo maschile, anche in campo femminile non possono accedere ai gruppi più di due formazioni per confederazione, ad eccezione della UEFA che porta in Francia 9 nazionali. Il Gruppo F è composto da USA, Svezia, Cile e Tailandia. Qui potrete leggere la storia delle 4 nazionali, come sono arrivate in Francia, da chi sono guidate e quali sono le stelle.

 

100€
100% fino a 100€ Bonus di Benvenuto
scommetti
  • Scommesse su eventi reali anche da mobile
  • Oltre 40.000 offerte al giorno
  • Buona usabilità
100€
100% fino a 100€ Bonus di Benvenuto
scommetti
  • Scommesse su eventi reali anche da mobile
  • Oltre 40.000 offerte al giorno
  • Buona usabilità
888sport Recensione

 

Gruppo F

In questo gruppo troviamo il fortissimo team USA, che ha già vinto la Coppa del Mondo per tre volte (unica squadra a riuscire in questa impresa). Le statunitensi ci proveranno anche quest’anno e per i bookmaker sono senza ombra di dubbio le favorite assieme al paese ospitante. Scopriamo di più sulle americane e tutte le altre formazioni del Gruppo F.

USA

Coppa del Mondo femminile: Gruppo FLe attuali campionesse del mondo del Team USA è la squadra di maggior successo nella storia della Coppa del Mondo femminile, avendo vinto tre delle sette edizioni fin qui disputate (1991, 1999 e 2015). Inoltre, hanno partecipato a tutte le finali della Coppa del Mondo femminile e sono finite sul podio ogni volta. Le peggiori performance della nazionale statunitense sono state il terzo posto nel 1995, 2003 e 2007.

Per comprendere il loro dominio da un altro punto di vista, hanno perso solo quattro partite delle 43 disputate e hanno una differenza gol di +77 nella storia della competizione. Hanno trionfato nell’ultimo torneo in Canada, battendo i campioni del 2011 del Giappone per 5-2 in finale grazie a una tripletta nel primo tempo di Carli Lloyd.

Gli USA si sono qualificati a questa Coppa del Mondo femminile attraverso la fase preliminare della CONCACAF nell’ottobre del 2018, sconfiggendo il Messico 6-0, Panama 5-0 e Trinidad e Tobago per 7-0 e battendo la Giamaica 6-0 in semifinale, che ha sancito la qualificazione a Francia 2019. Nella finale hanno battuto le rivali del Canada per 2-0 e hanno ottenuto il loro ottavo titolo regionale, nessun altro paese ne ha vinti di più.

Jill Ellis è l’allenatrice di questa squadra e porta con se la sua esperienza. La stessa ha guidato gli USA alla conquista di Canada 2015. Quel successo le è valso il titolo di miglior allenatrice femminile dell’anno nel 2015. La formazione a stelle e strisce ha avuto una leadership stabile con Ellis da quando nel maggio del 2014 ha assunto la guida della squadra nazionale. Ha una conoscenza approfondita del calcio negli Stati Uniti poiché che è stata coinvolta nel programma “dal vivo” a partire dal 2000

L’attaccante Alex Morgan ha segnato più gol di tutte le altre in sei delle sue 17 presenze in nazionale USA nel 2018.

Svezia

Coppa del Mondo femminile: Gruppo FIn Francia la Svezia parteciperà per l’ottava volta di fila ad un campionato mondiale di calcio femminile. La loro migliore performance è stata a USA 2003, dove sono state sconfitte solo da un Golden Goal in finale contro la Germania, dopo che la leggendaria Hannah Ljungberg aveva dato loro il comando con un bellissimo gol.

Lotta Schelin che ha preso il comando dell’attacco svedese dopo Hannah Ljungberg, ha guidato la sua nazionale fino al terzo posto in Germania nel 2011. Stessa posizione che avevano ottenuto in Cina nel 1991 nella prima edizione della Coppa del Mondo. Oltre a questi onorabili piazzamenti, la formazione svedese aveva raggiunto anche i quarti di finale nel 1995 e nel 1999, mentre nel 2007 era uscita nella fase a gironi. Nella scorsa edizione sono state eliminate agli ottavi dalla Germania col punteggio di 4-1.

Le scandinave si sono assicurate il biglietto per la Francia vincendo il Gruppo 4 davanti alla Danimarca. La sorprendente sconfitta per 1-0 in Ucraina poteva costarle caro se non avessero vinto entrambe le partite contro le danesi. La prima se la sono aggiudicata per 3-0, mentre nella gara di ritorno hanno faticato un po’ di più, ma sono riuscite comunque a passare grazie al gol di Sofia Jakobsson.

A seguito della deludente sconfitta negli ottavi di finale nella precedente Coppa del Mondo e l’uscita ai quarti di EURO 2017, la leggendaria Pia Sundhage si è dimessa dalla carica di allenatrice ed è stata sostituita dalla Gerhardsson, ex attaccante dell’Hammarby.

Prima di iniziare la sua carriera in nazionale, la Gerhardsson aveva allenato il BK Haken per sette anni consecutivi. Inoltre, ha guidato anche le squadre maschili svedesi U-16 e U-17 e ha lavorato come assistente a Enkopings e Helsingborgs.

88 è il numero di reti segnate da Lotta Schelin nella sua carriera in nazionale, che si è conclusa quando si è ritirata dopo le qualificazioni per i mondiali. La principale minaccia della Svezia ora è rappresentata da Stina Blackstenius, che ha segnato tre volte sulla strada verso la Francia 2019.

Cile

Coppa del Mondo femminile: Gruppo FIl Cile debutterà per la prima volta nella Coppa del Mondo femminile di calcio a Francia 2019. La Roja è riuscita a qualificarsi a questo torneo internazionale grazie alle buone prestazioni in Copa America Femenina 2018. Dopo i combattuti pareggi per 1-1 contro Paraguay e Colombia, ha superato l’Uruguay per 1-0 e poi ha battuto il Perù 5-0, finendo al secondo posto nel Gruppo A. La loro unica sconfitta è un 3-1 contro il Brasile, arrivata nella fase iniziale della competizione.

Il pareggio contro la Colombia ha poi costretto il Cile a battere l’Argentina nella gara conclusiva per mantenere vivo il sogno di arrivare alla Coppa del Mondo. Di fronte ad un pubblico in delirio, i padroni di casa si sono dimostrati all’altezza della situazione e hanno imposto all’Albiceleste un roboante 4-0.

Jose Letelier è un ex portiere che ha rappresentato diversi club nella sua terra d’origine durante una carriera di quasi 20 anni, il cui clou è stato vincere la Copa Libertadores con Colo-Colo. Dopo aver appeso i guanti al chiodo nel 1997, ha studiato educazione fisica prima di completare i suoi obiettivi e diventare allenatore. I primi passi li ha mossi proprio con le squadre giovanili del Colo-Colo. Nel 2010 ha assunto la guida della prima squadra femminile del club. Così ha conquistato dieci titoli nazionali consecutivi e, nel mezzo di quella corsa inarrestabile, la gloriosa Copa Libertadores Femenina del 2012. È al timone della squadra nazionale dal 2015.

Yanara Aedo è la stella del Cile. Ma ci sono anche altre giocatrici della Roja da tenere d’occhio, tra cui il portiere e capitano Christiane Endler, i difensori Carla Guerrero e Camila Saez, e i centrocampisti Karen Araya e Francisca Lara.

Tailandia

Coppa del Mondo femminile: Gruppo FLa Tailandia ha partecipato per la prima volta alla Coppa del Mondo femminile in Canada nel 2015. Se nelle prime due partite del girone le cose non sono andate bene contro super potenze come Norvegia e Germania, nella terza partita sono riuscite a conquistare la loro prima vittoria nella massima competizione mondiale contro la Costa d’Avorio ad Ottawa per 3-2, con l’attaccante Orathai Srimanee in grande spolvero.

La Tailandia ha prenotato il suo posto per Francia 2019 raggiungendo le semifinali del 2018 AFC Women’s Asian Cup. Nonostante abbiano subito una sconfitta per 4-0 contro la Cina nella prima gara del Gruppo A, la Tailandia ha recuperato grazie alle comode vittorie contro Giordania e Filippine, finendo così seconda e disputando la semifinale contro l’Australia.
Il sogno di raggiungere la finale è stato spezzato prima da Alanna Kennedy che ha segnato il pareggio all’ultimo minuto portando la gara ai supplementari e poi dai calci di rigore, fatali alla nazionale asiatica.

Nuengruethai Sathongwien è tornato in panchina dopo la partenza dell’ex difensore della Premier League inglese Spencer Prior, che si è dimesso dopo aver messo al collo l’argento ai Giochi del Sudest asiatico 2017. Sathongwien ha guidato la Tailandia durante la sua prima Coppa del Mondo femminile, dopo aver ottenuto il quinto posto all’AFC Women’s Asian Cup 2014 e aver guidato il paese nel AFF Women’s Championship 2015.

Tre è il numero di gol segnati dalla Tailandia nella Coppa del Mondo femminile, tutti contro la Costa d’Avorio nella fase a gironi di Canada 2015. La doppietta di Orathai Srimanee e la rete di Thanatta Chawong hanno permesso di battere Les Elephants per regalare alla squadra la prima vittoria storica in una Coppa del Mondo.

Il pronostico del Gruppo F

In questo gruppo è lotta aperta, per il secondo posto! Difficile pensare che le fortissime statunitensi non passino da prime il girone, essendo le campionesse in carica e avendo vinto 3 delle 7 manifestazioni precedenti. Subito dietro gli USA i bookmaker danno la Svezia come favorita per il passaggio del turno, mentre il Cile e la Tailandia hanno poche speranze, anche se nel calcio partono tutte da 0-0.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *