shutterstock 1530348950

Condizioni dell’Italia verso gli Europei

shutterstock 1530348950

UEFA Euro 2020 qualifier

Manca veramente poco all’inizio dell’Europeo di quest’anno, i visto l’11 giugno 2021 proprio con i nostri Azzurri che affronteranno la Turchia nella nostra capitale, a Roma allo Stadio Olimpico. Mentre aspettiamo l’inizio del torneo e la lista definitiva dei 28 giocatori di mister Mancini che arriverà dopo l’amichevole contro il San Marino, analizziamo reparto per reparto i giocatori già inseriti nella lista definitiva e le loro condizioni.

Portieri: Donnarumma verso la Juve?

Forse uno tra i primi ad essere inseriti tra i convocati ufficiali del ct. Mancini, Donnarumma è di certo un talento ed una promessa italiana, conosciuto in tutto il mondo ed alcuni hanno azzardato anche il soprannome come “nuovo Buffon”. Attualmente è ancora al Milan, ma sono sorti da qualche giorno non pochi problemi e disguidi con il club rossonero: chiedendo un ingaggio più alto, il portiere azzurro non ha trovato l’accordo con il Milan, il quale ha provveduto ad ingaggiare il portiere del Lille, attualmente campione di Francia, Maignan. Questo potrebbe segnare un addio tra Donnarumma ed il club con il quale ha fatto il suo primo esordio sotto l’età di 18 anni e con il quale è cresciuto. Nonostante ciò, il portiere è sempre rimasto in gran forma, dato anche dal grande campionato fatto proprio con il Milan, ed ora è pronto a concentrarsi per l’Europeo. Per quanto riguarda gli altri portieri convocati per questa edizione degli Europei, Cragno, portiere del Cagliari, sembra affiancare il portiere del Milan con una grande condizione fisica, con un campionato alle spalle da protagonista. Meno prestanti invece sono il portiere del Torino, Sirigu, ed il portiere del Napoli, Meret, i quali con i propri club non hanno reso abbastanza.

Difensori: super Bastoni

Partendo dal top, il difensore che in questo momento si trova in una condizione fisica e psicologica spettacolare non può che non essere il centrale difensivo dell’Inter, Bastoni. Dopo un campionato strepitoso che ha portato anche alla vittoria dello scudetto, Bastoni si è assicurato il posto nella lista di mister Mancini, nonostante la sua giovane età. Ad accompagnarlo sono anche Chiellini, della Juventus, Di Lorenzo, del Napoli, e Florenzi, attualmente al PSG. Il primo di questi certamente con più esperienza e che in questo momento festeggia la vittoria della Coppa Italia e la qualificazione in Champion con il club. Per gli ultimi due difensori, nonostante il campionato concluso in modo amaro, hanno comunque disputato le partite in maniera egregia, assicurandosi il posto in nazionale. Ad un gradino sotto di essi troviamo Bonucci e Spinazzola, i quali, nonostante le qualità e l’esperienza, sono frenati da dei problemi fisici. Accompagnati da Mancini e Toloi, delusi dalla stagione con le loro squadre, rispettivamente Roma ed Atalanta. Condizioni ancora da recuperare infine per Acerbi e Biraghi, i quali devono ancora recuperare dagli infortuni.

Centrocampisti: Barella al top

Compagno di squadra di Bastoni e proclamato come miglior giocatore della Serie A, Nicolò Barella si è confermato come uno dei centrocampisti dalle qualità tecniche e tattiche indispensabili sia per l’Inter che per la nostra nazionale. Altrettanti positive la stagione di Locatelli, Pessina e Cristante, tutti giovani risorse per il centrocampo italiano. Al contrario, Pellegrini e Sensi devono ancora recuperare dalle loro lesioni muscolari, le quali potrebbero tenerli fermi per ancora un po’. Quando si parla di centrocampo italiano, non si può non parlare di Verratti, che è diventato il pilastro base di questo settore. Peccato però che il suo percorso di crescita col PSG sia stato fermato da un infortunio al ginocchio, dal quale sembra poter recuperare in tempo.

Attaccanti: la crescita di Chiesa

Con una stagione chiusa al grande, partendo zoppicante, l’attuale giocatore juventino Chiesa sembra essere in gran forma e pronto per questi Europei. Altrettanto si può dire del capitano napoletano Insigne, lasciato come i suoi compagni con l’amaro in bocca una volta sfumata l’occasione Champions League, ma che comunque ha dimostrato di essere essenziale per l’Italia. Nonostante il campionato mediocre, il Sassuolo vedrà impegnati con la nazionale Berardi e Raspadori, che hanno convinto mister Mancini. Al contrario c’è chi ha fatto grandi cose con la propria squadra ma affronta un momento di calo psicologico, come Immobile, che non ha reso nella fase di maggior importanza con la Lazio, e come Politano, che affronta lo stesso destino dei suoi compagni. A seguire troviamo in fondo alla lista troviamo Kean, Bernardeschi, Grifo e l’inaspettato Belotti, il quale si è già fatto notare in passato con la nazionale, ma che non vive certo dei bei momenti con il suo Torino.