Kalidou Koulibaly

Cagliari – Napoli: parola d’ordine dimenticare il Liverpool

Dopo la sconfitta di Anfield che è costata l’eliminazione in Champions della squadra di Ancelotti, il Napoli riparte in campionato contro il Cagliari in trasferta.

Il Napoli è chiamato a fare punti fuori casa, a Cagliari per la precisione, in questa sedicesima giornata di serie A, per non perdere ulteriore distanza dalla capolista e chiudere il discorso scudetto già a dicembre. Tuttavia, la squadra di Maran, dopo essere riuscita a fermare la Roma in una partita al cardiopalma, puntano a fermare anche gli azzurri tra le mura amiche, in una sfida che si preannuncia già parecchio interessante.

Il Cagliari, negli ultimi 4 incontri, non è mai andato oltre il pareggio. Tuttavia, il segno “x” spuntato con Spal e Roma, visto come erano andate le due partite, sanno molto di vittoria per i sardi. Soprattutto contro i romani, la squadra di mister Maran ha dimostrato di avere carattere da vendere, riuscendo a pareggiare al 5° minuto di recupero in 9 contro 11. Al momento, la zona retrocessione dista sei punti, un vantaggio che gli isolani vorranno sicuramente incrementare nel match interno con i partenopei.

Kalidou Koulibaly

KALIDOU KOULIBALI (© ANTON_IVANOV / SHUTTERSTOCK.COM)

Gli azzurri in campionato hanno un ruolino di marcia davvero ottimo, nonostante la distanza dalla prima in classifica, che è evidentemente di un altro pianeta. Nell’ultimo incontro, ha ottenuto una vittoria netta sul Frosinone per 4 a 0. Le noti dolenti però, sono arrivate in Champions, dove gli azzurri hanno dovuto arrendersi al Liverpool, ma sono usciti a testa altissima. Non sono ammesse distrazioni quindi, anche perché ora Ancelotti punta chiaramente alla vittoria dell’Europa League e con questa squadra, sognare è lecito. In campionato invece, deve assolutamente mantenere la distanza dalla Juve, sperando di rosicchiare qualche punto qua e la.

Rispetto all’incontro di Champions, sicuramente ci saranno dei cambi in casa azzurra. In porta, dovrebbe tornare titolare Meret, mentre sugli esterni di difesa, si dovrebbero rivedere Hysaj e Ghoulam. In mezzo al campo, il polacco Zielinski potrebbe prendere il posto dello spagnolo Fabian Ruiz, mentre in attacco c’è il ballottaggio tra Mertens e Milik, con il secondo che ha buone chance di scendere in campo da titolare. Maran, d’altro canto, dovrebbe effettuare ben pochi cambi rispetto alla scorsa, ottima, partita.

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Faragò, Romagna, Klavan, Padoin; Barella, Bradaric, Ionita; Joao Pedro; Farias, Pavoletti

Napoli (4-4-2): Meret; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Hamsik, Zielinski; Insigne, Mertens

Lascia un commento